La malinconia romantica di Caspar David Friedrich

Caspar David Friedrich è tra i pittori tedeschi più conosciuti al mondo. Le sue opere hanno rivoluzionato il concetto di pittura paesaggistica e ispirato la generazione successiva di artisti.

La malinconia romantica di Caspar David Friedrich

Caspar David Friedrich nacque il 5 settembre 1774 a Greifswald in Pomerania, che all'epoca apparteneva alla Svezia. Suo padre era un produttore di sapone di Neubrandenburg, Adolph Gottlieb Friedrich, e, con sua moglie Sophie Dorothea, aveva dieci figli. Il pittore era il loro sesto figlio.

Non si sa molto sull'infanzia di Caspar David Friedrich; tuttavia, nella sua giovinezza due perdite traumatizzanti furono importanti nella definizione della sua personalità: in sua presenza infatti, morirono due persone nonostante i vani tentativi di salvarle.

Johann Ludwig Lund (1777-1867), medaglione con ritratto del giovane Friedrich, 1800, Lower Saxony State Museum Hannover. Foto via Wikipedia
Johann Ludwig Lund (1777-1867), medaglione con ritratto del giovane Friedrich, 1800, Lower Saxony State Museum Hannover. Foto via Wikipedia

Il primo insegnante di disegno di Friedrich fu Johann Gottfried Quistorp, con cui si dedicò alla rappresentazione della natura e dell'architettura di Greifswald e dintorni. Dal 1794 al 1798, Friedrich studiò disegno alla Royal Danish Academy of Art di Copenaghen.

Durante e dopo i suoi studi, Friedrich eseguì principalmente disegni a inchiostro e seppia, nonché acquarelli raffiguranti motivi paesaggistici o i suoi familiari e amici. Si stabilì a Dresda, dove proseguì gli studi. Già nel 1800 visse come artista indipendente, e ricevette ordini principalmente dalla borghesia. Nonostante questi sviluppi fortunati, Friedrich soffrì spesso di stati d'animo depressivi e pianificò persino il suo funerale.

Georg Friedrich Kersting (1785-1847), Caspar David Friedrich nel suo studio, 1811, Hamburger Kunsthalle. Foto via Wikipedia
Georg Friedrich Kersting (1785-1847), Caspar David Friedrich nel suo studio, 1811, Hamburger Kunsthalle. Foto via Wikipedia

Dopo questa fase non creativa, Friedrich riprese finalmente la sua attività artistica realizzando schizzi e disegni nelle sue escursioni attraverso la Sassonia, Rügen e le montagne Harz con la sua cerchia di pittori, tra cui Gerhard von Kügelgen, Georg Friedrich Kersting e Caroline Bardua.

Caspar David Friedrich, Croce in montagna, 1807/08, Staatliche Kunstsammlungen Dresden, Galerie Neue Meister. Foto via Wikipedia
Caspar David Friedrich, Croce in montagna, 1807/08, Staatliche Kunstsammlungen Dresden, Galerie Neue Meister. Foto via Wikipedia

Si dedicò anche alla pittura ad olio, realizzando Croce in montagna, opera che si impose grazie alla rappresentazione realistica del paesaggio e che definì il pittore 33enne come un importante rappresentante del Romanticismo grazie all'inclusione di elementi mistici e ultraterreni nei suoi dipinti.

Caspar David Friedrich, Abbazia nel querceto, 1809, Berlino, National Gallery. Foto via Wikipedia
Caspar David Friedrich, Abbazia nel querceto, 1809, Berlino, National Gallery. Foto via Wikipedia

In seguito alla morte di suo padre e della sorella Dorothea, la sua depressione tornò a farsi sentire. In questo stato d'animo realizzò i dipinti Abbazia nel querceto e Monaco in riva al mare nel 1809, entrambi acquistati nel 1810 dal re prussiano Friedrich Wilhelm II, che stava affrontando lui stesso la morte di sua moglie Luise. Seguì poi la nomina di Caspar David Friedrich all'Accademia di Berlino.

È interessante notare come Caspar David Friedrich non fosse affatto romantico nella vita. Tuttavia, in base alla cospicua somma di denaro che ricevette nel dicembre 1816 in quanto membro dell'Accademia di Dresda, iniziò a considerare la famiglia come un suo dovere. All'epoca aveva 42 anni, ma i suoi amici dubitavano fortemente che fosse adatto al matrimonio.

Caroline Bardua (1781-1864), ritratto di Caspar David Friedrich, 1810, National Museums di Berlino, Old National Gallery. Foto via Wikipedia
Caroline Bardua (1781-1864), ritratto di Caspar David Friedrich, 1810, National Museums di Berlino, Old National Gallery. Foto via Wikipedia

Queste preoccupazioni si dimostrarono reali. Nel gennaio 1818, sposò Friedrich Caroline Bommer, di 19 anni più giovane. Nell'estate dello stesso anno, la coppia andò in luna di miele a Rügen, dove il pittore iniziò a lavorare alla sua famosa opera delle scogliere di gesso. Di ritorno a Dresda, Caroline si assunse le sue responsabilità di casalinga e madre, dando alla luce i loro bambini nei successivi cinque anni e accettando le peculiarità di suo marito, che cercava la solitudine nelle sue fasi depressive, e sopportando anche le sue accuse di infedeltà, che alle volte prendevano pieghe violente.

Caspar David Friedrich, Le bianche scogliere di Rügen, 1818, Museum Oskar Reinhart, Winterthur. Foto via Wikipedia
Caspar David Friedrich, Le bianche scogliere di Rügen, 1818, Museum Oskar Reinhart, Winterthur. Foto via Wikipedia

A livello professionale, Frederich continuò a registrare successi. Nel 1824 divenne professore associato all'Accademia di Dresda e attraverso la mediazione della poetessa russa Vasily Andrejewitsch Schukowski vendette i suoi dipinti alla famiglia imperiale russa.

Caspar David Friedrich, Le tre età dell'uomo, c. 1834, Leipzig, Museum of Fine Arts. Foto via Wikipedia
Caspar David Friedrich, Le tre età dell'uomo, c. 1834, Leipzig, Museum of Fine Arts. Foto via Wikipedia

Tuttavia, le malattie ricorrenti lo portarono in clinica a Rügen e in Boemia, ostacolando la sua produzione artistica. Dopo una forte crisi nel 1835, realizzò il suo ultimo dipinto ad olio per poi tornare agli acquarelli e ai disegni color seppia. Il 7 maggio 1840, Caspar David Friedrich morì all'età di 65 anni nella sua casa adottiva di Dresda.

Caroline Bardua (1781-1864), Ritratto di Caspar David Friedrich, 1840, Dessau, Anhaltische Gemäldegalerie Georgium. Foto via Wikipedia
Caroline Bardua (1781-1864), Ritratto di Caspar David Friedrich, 1840, Dessau, Anhaltische Gemäldegalerie Georgium. Foto via Wikipedia

Caspar David Friedrich dipinse oltre 300 opere, molte delle quali sono andate perdute nel corso degli anni. I suoi spettacolari dipinti sono intrisi dei grandi temi del romanticismo, come il desiderio, la malinconia, la natura, il misticismo e l'inconscio. La sensazione malinconica complessiva fa eco al carattere dell'artista stesso.

Caspar David Friedrich, Viandante sul mare di nebbia, c. 1817, Hamburger Kunsthalle. Foto via Wikipedia
Caspar David Friedrich, Viandante sul mare di nebbia, c. 1817, Hamburger Kunsthalle. Foto via Wikipedia

I concetti pittorici spesso rivoluzionari di Friedrich influenzarono le generazioni successive di artisti, come i simbolisti Edvard Munch e Arnold Böcklin e i surrealisti René Magritte e Max Ernst. Nel mezzo dell'epoca del Biedermeier, la prima pietra fondante per la pittura moderna fu posta con la visione di Caspar David Friedrich.

Scopri Caspar David Friedrich su Barnebys!

Advert
Advert