Le opere di un uomo che ha anticipato i tempi

Tre truffatori, un remix e un "selfie d'azione" sono alcuni degli entusiasmanti ingredienti delle prossime aste di Lempertz.

Sponsorizzato daLempertz
George Grosz (1893 Berlino 1959), Imbroglioni al bancone, 1922, penna, inchiostro e acquerello su carta velina, firmato, 62,5 x 49 cm. Foto © Lempertz (particolare)
George Grosz (1893 Berlino 1959), Imbroglioni al bancone, 1922, penna, inchiostro e acquerello su carta velina, firmato, 62,5 x 49 cm. Foto © Lempertz (particolare)

Si parla spesso di snowboarder che filmano le loro pericolose acrobazie o di influencer di viaggio che pensano di poter ignorare i segnali di pericolo per ottenere la foto perfetta. Alcune persone potrebbero dire "Una cosa del genere non è mai esistita prima". Ma tutt'altro! E la migliore prova di ciò è fornita dall'asta fotografica che si terrà l'1 giugno alle 14 da Lempertz a Colonia.

Oltre alle opere di artisti fotografici come Helen Levitt, David LaChapelle, Man Ray, Wilhelm von Gloeden, Brassaï e Irving Penn, anche Willi Ruge è rappresentato all'asta con un "Action Selfie" del 1931.

Willi Ruge (1892 Berlino - 1961 Offenburg), Self-photo in the Moment of Jumping Off (dalla serie 'Mi fotografo mentre cado con il paracadute') 1931, stampa vintage alla gelatina d'argento lucida. 14,2 x 20,4 cm (17,8 x 24,3 cm). Foto © Lempertz
Willi Ruge (1892 Berlino - 1961 Offenburg), Self-photo in the Moment of Jumping Off (dalla serie 'Mi fotografo mentre cado con il paracadute') 1931, stampa vintage alla gelatina d'argento lucida. 14,2 x 20,4 cm (17,8 x 24,3 cm). Foto © Lempertz

Negli anni '10, Willi Ruge di Berlino fondò la sua agenzia fotografica e documentò gli eventi politici attuali durante la Repubblica di Weimar. Tuttavia, la sua serie di foto Ich fotografiere mich beim Absturz mit dem Fallschirm (Mi fotografo mentre cado con il paracadute) del 1931, che è stata persino stampata su riviste d'oltremare, suscitò maggiore scalpore. Il nome della serie di foto ne rivela già il contenuto: Ruge, durante un lancio con il paracadute su Berlino, si fotografa con l'aiuto di una macchina fotografica azionata automaticamente. La foto della serie proposta da Lempertz mostra Ruge in autunno con un sobborgo di Berlino sullo sfondo. Originaria di un archivio di stampa argentino, la stampa è l'unica conosciuta insieme ad un'altra attualmente esposta al Museum of Modern Art di New York.

La serie di foto di Ruge riflette perfettamente la fede incrollabile nel progresso tecnico e nello stile di vita moderno degli anni tra le due guerre. Tuttavia, altri artisti scelsero come motivo le discrepanze di quegli anni e contrapposero l'irrefrenabile desiderio di vita dei "ruggenti anni Venti" con la sofferenza degli invalidi di guerra e delle vittime dell'inflazione in rapido aumento.

George Grosz (1893 Berlino 1959), Imbroglioni al bancone, 1922, penna, inchiostro e acquerello su carta velina, firmato, 62,5 x 49 cm. Foto © Lempertz
George Grosz (1893 Berlino 1959), Imbroglioni al bancone, 1922, penna, inchiostro e acquerello su carta velina, firmato, 62,5 x 49 cm. Foto © Lempertz

Uno di loro era George Grosz, che andava nei ristoranti e nei cabaret, nei cortili e nei bar della sua città natale, Berlino, per le sue caricature critiche. Il disegno ad acquerello Ganoven an der Theke (Imbroglioni al bancone) del 1922 è ambientato in un bar piuttosto squallido ed è un'opera che raramente viene offerta sul mercato dell'arte in termini di dimensioni e colori. Di certo gli offerenti non lasceranno che i tre accigliati protagonisti li dissuadano dall'acquistare un "foglio così importante del miglior periodo creativo di George Grosz".

L'affascinante opera di Grosz sarà messa all'asta nell'Evening Sale con Arte Moderna e Contemporanea, che si terrà l'1 giugno alle 18 a Lempertz. I 97 lotti in offerta includono tutti artisti famosi come Ernst Wilhelm Nay, Lovis Corinth, Karel Appel, Richard Hamilton, Günther Förg e Pierre-Auguste Renoir.

Gerhard Richter (*1932 Dresda), Abstraktes Bild, 1977, olio su tela, 42 x 40 cm, firmato e datato. Foto © Lempertz
Gerhard Richter (*1932 Dresda), Abstraktes Bild, 1977, olio su tela, 42 x 40 cm, firmato e datato. Foto © Lempertz

Gerhard Richter è rappresentato all'asta con quattro opere, tra cui questa, che risale ai primi giorni del passaggio di Richter all'astrazione. Richter ha intrapreso un nuovo percorso, al termine del quale attendeva una posizione come uno degli artisti viventi più costosi.

Abstraktes Bild (Immagine astratta) è una delle 10 opere di piccolo formato del nuovo orientamento che Richter realizzò nel 1977 e che hanno un carattere sperimentale che corrisponde alla mutata motivazione.

Georg Baselitz (1938 Deutschbaselitz), Der Jäger ("Remix"), 2007, olio su tela, intitolato, firmato e datato, 300 x 250 cm. Foto © Lempertz
Georg Baselitz (1938 Deutschbaselitz), Der Jäger ("Remix"), 2007, olio su tela, intitolato, firmato e datato, 300 x 250 cm. Foto © Lempertz

È risaputo che a Georg Baselitz piace capovolgere tutto. Negli anni '70 divenne famoso in tutto il mondo con i suoi “quadri sulla testa”, che trasformavano opere interpretabili convenzionalmente in astrazioni che potevano solo essere viste. Prima di allora Baselitz si era occupato delle sue "Fraktur-Images" e ancora prima ancora delle sue "Hero-Images", che in realtà sono "immagini anti-eroe".

All'inizio degli anni 2000 Baselitz iniziò a riprendere i suoi primi gruppi di opere e in una certa misura a remixarli. Lempertz offre Der Jäger (Remix) del 2007 di questa serie, che è uno dei lotti migliori in asta.

Altre due entusiasmanti aste di arte moderna e contemporanea seguiranno il 2 giugno con tornate alle 11:00 e alle 14:00.

Le aste si svolgono presso la Kunsthaus Lempertz, Neumarkt 3, a Colonia. Le anteprime sono possibili lì dal 28 al 31 maggio.

Ammira i lotti in catalogo con Lempertz qui!

Sponsorizzato daLempertz

Aumenta la visibilità della tua prossima asta su Barnebys oggi stesso!