9 fotografie che raccontano il femminismo

Polemiche, manifestazioni, scandali, arresti... Il femminismo ha sempre portato con sé uno strappo alle regole e, anche se la strada è ancora lunga, ecco 9 fotografie storiche che ci ricordano i progressi fatti finora.

Denise Oliver-Velez, autore sconosciuto
Denise Oliver-Velez, autore sconosciuto

Interdizione alla corsa

Foto © BarleyCorns/reddit
Foto © BarleyCorns/reddit

Kathrine Switzer è stata la prima donna a partecipare alla Maratona di Boston nel 1967, all'epoca una disciplina riservata esclusivamente agli uomini. Dopo aver realizzato che una signora si era unita alla gara, l'organizzatore dell'evento, Jock Semple, cercò di fermarla. Tuttavia, Switzer ebbe il sostegno della sua compagna e di molti amici che, nascosti tra i corridori, le formarono attorno un cerchio protettivo.

La gonna della discordia

Foto © Fairfax Archives
Foto © Fairfax Archives

La modella Jean Shrimpton diede scandalo nel 1965, quando si presentò al carnevale della Melbourne Cup in Australia, indossando una "minigonna" che arrivava sopra il ginocchio, senza calzamaglia, guanti e cappello. Yves Saint Laurent renderà popolare, qualche tempo dopo, l'uso della minigonna con il suo abito Mondrian.

La prima tatuatrice

Maud Wagner, immagine di dominio pubblico
Maud Wagner, immagine di dominio pubblico

Maud Wagner, artista circense e trapezista americana, è la prima tatuatrice a noi nota. Incontra nel 1904 colui che diventerà suo marito, un tatuatore che si esibiva in uno spettacolo itinerante. Maud accetta di andare in tournée con lui, a patto che le insegni le tecniche della disciplina. Nel 1907, il suo corpo era già coperto di inchiostro: si eserciterà con il marito per anni, nonostante la riluttanza di alcuni clienti a farsi tatuare da una donna.

«Free Angela Davis»

Foto via Pinterest, autore sconosciuto
Foto via Pinterest, autore sconosciuto

Angela Davis fu un'attivista per i diritti umani, rappresentante del femminismo nero e membro delle pantere nere. Fu arrestata nel 1970 in seguito a un tentativo di fuga di tre prigionieri neri che provocò la morte di un giudice californiano e poi condannata per cospirazione criminale, rapimento e omicidio. Trascorrerà 22 mesi in prigione, periodo durante il quale si forma un movimento mondiale per la sua liberazione, rendendola a tutti gli effetti una grande un'icona culturale. Liberata il 4 giugno 1972, tenne un discorso leggendario 5 giorni dopo all'Ambasciata della California, la prima tappa di un tour mondiale per ringraziare i suoi sostenitori.

Un costume da bagno indecente

Collezione: International Ladies Garment Workers Union Photographs, autore sconosciuto, via Flickr
Collezione: International Ladies Garment Workers Union Photographs, autore sconosciuto, via Flickr

A Chicago, nel 1922, una donna fu arrestata in maniera violenta per aver indossato un costume da bagno ritenuto indecente. L'uso del costume da bagno e le sue evoluzioni stilistiche sono stati spesso oggetto di controversie e polemiche. Anche la nuotatrice, attrice e autrice Annette Kellermann fu arrestata nel 1907 per aver posato, con un fotografo professionista, in costume da bagno mostrando solo le braccia e il collo.

La prima donna in Formula 1

Foto © Motor Sport
Foto © Motor Sport

L'italiana Maria Teresa de Filippis è stata la prima pilota femminile a correre in una gara di Formula 1. Ha debuttato il 18 maggio 1958, partecipando poi a cinque Gran Premi e diverse altre gare. È considerata una pioniera della disciplina.

La capa dei Young Lords

Autore sconosciuto, via Pinterest
Autore sconosciuto, via Pinterest

Denise Oliver-Velez è una professoressa e attivista americana, membro dei Young Lords (un gruppo che difende il nazionalismo portoricano e i diritti dei portoricani negli Stati Uniti) e dei Black Panthers. È entrata a far parte del gruppo Young Lords nel 1968 e, un anno dopo, ha creato una commissione femminile non mista, permettendo ai Young Lords di diventare un'organizzazione apertamente femminista. "Vogliamo l'uguaglianza per le donne. Abbasso il machismo e il dominio maschile", ha detto.

Contro i vestiti imbottiti

Foto © DaHitcha/reddit
Foto © DaHitcha/reddit

Diverse donne iscritte alla Women’s Organization to War on Styles, gruppo che lottava contro le imposizioni nella moda, sono in questa foto riunite davanti a un negozio californiano nel 1947, per protestare contro gonne lunghe e vestiti imbottiti. Il loro "abito da battaglia" fu ovviamente scelto per scioccare e attirare l'attenzione della folla.

La regina del basket femminile

Classe del 1902, Smith College, pubblico dominio
Classe del 1902, Smith College, pubblico dominio

Senda Berenson Abbott, nata nel 1868, era un insegnante di educazione fisica, sportiva e giocatrice di pallacanestro. Pioniera del basket femminile, è nota per averne adattato le regole nel 1899 e per aver scritto la prima guida dedicata alle donne.

Scopri tutte le fotografie in asta su Barnebys!

Advert
Advert