7 cose che non sapevate sulla Vespa

La Vespa incarna la creatività e il romanticismo italiano dal 1946. La più famosa delle due ruote è sempre stata sinonimo di libertà, ottenendo un incredibile successo commerciale sin dall'inizio, rimanendo fino ad oggi tra i veicoli più ricercati e popolari. Quante di queste curiosità riguardo la mitica Vespa sapevi già?

7 cose che non sapevate sulla Vespa

La Vespa è stata brevettata il 23 aprile 1946 da Piaggio & Co. SpA. In 60 anni di storia, le caratteristiche dei modelli si sono evolute insieme al progresso tecnico, mantenendo però immutato il fascino e l'autenticità. Ecco qui 7 cose che sapere sulla due ruote italiana più famosa al mondo.

1. Il marchio nasce in seguito alla seconda guerra mondiale

Nel XIX secolo, la società Piaggio, a cui si deve il marchio Vespa, aveva un'importante ruolo nella costruzione navale e nel settore ferroviario, prima di arrivare all'aviazione del XX secolo. Durante la seconda guerra mondiale, le fabbriche della società vennero gravemente danneggiate, e seppur ricostruite immediatamente dopo il conflitto, Piaggio non riesce a proseguire nella produzione velivoli Axis. L'azienda si sposta quindi verso la produzione di motocicli, per soddisfare l'enorme necessità di trasporti a buon mercato.

La fabbrica a Pontedera, immagine via ScooterLab
La fabbrica a Pontedera, immagine via ScooterLab

2. Il modello originale della Vespa s'ispira a una motocicletta militare

Il modello Cushman 53, noto anche come Airborne, era una motocicletta leggera con ruote piccole che veniva paracadutata nelle zone di conflitto durante la guerra. Una grande quantità di queste Airborne è stata scaricata intorno a Milano e Torino, dove le motociclette aviotrasportate venivano usate dai combattenti della resistenza italiana e ben presto divennero familiari nel paesaggio urbano.

La Cushman Model 53, US Airborne, immagine via Actionfiguren
La Cushman Model 53, US Airborne, immagine via Actionfiguren

3. La vespa più preziosa del mondo è firmata da un artista

La Vespa 150S del 1962, personalizzata dal famoso Salvador Dalí, è probabilmente considerata la più famosa del marchio. Lo scooter apparteneva a uno studente, ma Dalí decise di dipingere il suo nome e quello di Gala, sua musa e compagna, e di firmare il veicolo. Il modello è ora esposto al Museo Vespa di Pontedera.

La Vespa peinte et signée par Dalí, image via MCN
La Vespa peinte et signée par Dalí, image via MCN

4. Il nome "Vespa" è stato dato in-extremis

Ideato per un modello, piuttosto che per l'intero marchio, il nome "Vespa" è stato ispirato in Piaggio non solo dalla forma del prototipo, ma anche dal rumore emesso dal veicolo, paragonabile al "ronzio di una vespa". Tuttavia, il produttore MV Agusta, che aveva progettato la sua prima moto quasi contemporaneamente, avrebbe voluto chiamare ugualmente 'Vespa' anche la sua motocicletta. Piaggio, fortunatamente, arrivò prima.

La moto MV Agusta, immagine via Bennetts
La moto MV Agusta, immagine via Bennetts

5. Il creatore del prototipo è stato generosamente ricompensato

La politica di Piaggio era quella di offrire ai progettisti della Vespa originale una parte delle vendite di ciascun veicolo venduto. Oltre al suo stipendio mensile, Corradino d'Ascanio, ingegnere progettista del primissimo modello (considerato a tutti gli effetti il creatore della Vespa), era il dipendente più pagato della città di Pontedera.

Disegno originale di Corradino d'Ascanio, immagine via ScooterLab
Disegno originale di Corradino d'Ascanio, immagine via ScooterLab

6. Il Regno Unito è il secondo mercato più grande al mondo dopo l'Italia

Al di fuori dell'Italia, il Regno Unito è diventato il secondo mercato più importante per il marchio, in particolare con l'esplosione della sottocultura Mods (abbreviazione di modernista) negli anni '60. Questa tendenza è stata anche confermata con la mitica scena finale del film Quadrophenia, basato sul rock operistico della band britannica The Who.

Image via SquareClap
Image via SquareClap

7. In Vespa c'è un po' di Alfa Romeo

I produttori di motocicli collaborano spesso con le fabbriche di automobili per alcune parti, come sedili o fari. Nel primo periodo di produzione, Piaggio ha chiesto ad Alfa Romeo di produrre sia il motore che il telaio dei futuri modelli Vespa. La famosa casa automobilistica ha creato i primi 3000 cilindri Vespa, e avrebbe anche modellato i corpi della prima serie.

Sidecar di Vespa, immagine via ScooterLab
Sidecar di Vespa, immagine via ScooterLab

In totale, dal 1946 sono state lanciate 34 versioni diverse di Vespa. Il patrimonio del marchio continua, e sebbene la Vespa sia stata la moto più copiata al mondo, nessuna ha eguagliato il suo stile e la sua eleganza. Comprare una Vespa significa anche comprare la tua lunga storia e lo stile di vita questa romantica due ruote incarna ancora oggi.

In copertina: La Vespa Farobasso su cui Gregory Peck e Audrey Hepburn girarono per Roma in “Vacanze romane”

Scopri tutti i modelli di Vespa su Barnebys!

Advert
Advert