Una scultura terrificante spaventa i passanti

La capitale della Nuova Zelanda ha appena accolto "Quasi", una gigantesca scultura a forma di mano che si erge sul tetto di una galleria d'arte ma che non ha conquistato il cuore di tutti gli abitanti.

Ronnie Van Hout, Quasi. Foto © City Gallery Wellington
Ronnie Van Hout, Quasi. Foto © City Gallery Wellington

È il The Guardian a raccontare della visione "mostruosa" di una scultura alta cinque metri sul tetto di una galleria d'arte a Wellington, la capitale della Nuova Zelanda. L'opera monumentale è stata posata da un elicottero sul tetto dell'edificio, situato nell'isola settentrionale del paese. La gigantesca scultura a forma di mano, intitolata "Quasi", ha un volto maschile proprio nel palmo: è proprio questo aspetto ibrido, tra le altre cose, a preoccupare seriamente i passanti. Sebbene la somiglianza con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sia sorprendente, l'opera non è stata progettata con questa caratteristica.

Creata nel 2016 dall'artista contemporaneo Ronnie van Hout, residente a Melbourne, l'opera è in realtà un "autoritratto parziale", prodotto dalle scansioni di parti del corpo dell'artista. "È come se la mano dell'artista abbia sviluppato una sua vita mostruosa", si legge sul sito web della galleria della galleria.

Ronnie Van Hout, Quasi. Foto © City Gallery Wellington
Ronnie Van Hout, Quasi. Foto © City Gallery Wellington

"Quasi" nasce in seguito al terremoto del 2011 a Christchurch, la città in cui è nato lo stesso artista. La scultura è stata quindi esposta lì, sul tetto della Christchurch Art Gallery, prima di dirigersi verso la capitale nell'agosto 2019. La City Gallery Wellington ospiterà l'opera per un periodo di tre anni, ma purtroppo, già pochi istanti dopo la sua installazione, "Quasi" ha dovuto affrontare il giudizio sfavorevole dei passanti.

Presumibilmente un riferimento al Quasimodo di Victor Hugo, la scultura ha suscitato molti commenti sui social: "inquietante", "un'installazione brutta e maliziosa", "incubo amoroso". I passanti sembrano diffidare sia dell'aspetto ibrido della scultura sia della sua somiglianza con il Presidente degli Stati Uniti. Un residente di Christchurch che "si sentiva giudicato da questo ragazzo quando attraversava Cranmer Square ogni mattina" si è sentito sollevato quando la scultura è stata spostata in un'altra città per "fissare le anime di altre persone".

Scopri la scultura contemporanea su Barnebys!

Annuncio
Annuncio