Una Madonna di Pinturicchio rubata 30 anni fa torna in Italia

Un'opera scomparsa nel 1990, attribuita a Pinturicchio, è stata ritrovata e riportata in Italia. Il dipinto rimarrà esposto alla Galleria Nazionale dell'Umbria fino al 26 gennaio, per poi essere restituito al proprietario.

Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio, Galleria Nazionale dell'Umbria
Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio, Galleria Nazionale dell'Umbria

Risale a quasi trent’anni fa la scomparsa di un dipinto di Pinturicchio, una Madonna con Bambino sottratta a un collezionista privato e mai più ritrovata fino fino a quando, nelle scorse settimane, i carabinieri del Comando Tutela Patrimonio culturale hanno ritrovato l’opera dopo una lunga indagine internazionale. Le forze dell’ordine hanno mantenuto estrema riservatezza sul contesto delle ricerche e sul ritrovamento ma, il comandante Fabrizio Parrulli ha dichiarato: "Ancora una volta, grazie alle preziose informazioni contenute nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, anche a distanza di quasi trent'anni, è stato possibile individuare il dipinto rubato". 

L'opera nel momento della consegna alla Galleria Nazionale dell'Umbria. Foto: Ministero per i beni e attività culturali
L'opera nel momento della consegna alla Galleria Nazionale dell'Umbria. Foto: Ministero per i beni e attività culturali

Ciò che sappiamo è che l’opera era stata sottratta nell’abitazione privata del collezionista e portata nel Regno Unito con attribuzione all’artista Bartolomeo Caporali. Il dipinto è stato recuperato in una casa d’aste e sono stati ipotizzati a carico del proprietario i reati di ricettazione ed esportazione illecita di bene culturale.

L’opera, collocabile nella seconda metà del 1400 e attribuita a Pinturicchio nel 1981, è di estrema importanza storico-critica per la ricostruzione delle vicende della cosiddetta “scena perugina” e in particolar modo per lo studio dell'iconografia della “Madonna del Davanzale”, sperimentata anche da Verrocchio e Perugino negli stessi anni e riconoscibile alla posizione del Bambino in piedi sopra una sporgenza, stretto tra le braccia della Vergine. 

Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio, Galleria Nazionale dell'Umbria
Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio, Galleria Nazionale dell'Umbria

Prima di essere restituita al proprietario, l’opera sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria fino al prossimo 26 gennaio: un’interessante occasione di confronto per appassionati e studiosi, che potranno ammirarla tra le altre opere del Pinturicchio e degli altri grandi maestri dell’arte rinascimentale italiana. 

Marco Pierini, Direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, ha dichiarato:  

"È bello che anche opere abituate da sempre a mostrarsi nell’intimità delle raccolte private possano godere di un pubblico più vasto, come accadrà per qualche mese alla splendida Madonna col Bambino la cui pertinenza con la raccolta della Galleria Nazionale dell’Umbria è palesemente testimoniata dalle tante consorelle che la accolgono dalle pareti del museo"

Annuncio
Annuncio