The London Mastaba è la prima grande installazione pubblica di Christo nel Regno Unito e sarà accompagnata da una retrospettiva sul suo lavoro insieme alla partner Jeanne-Claude, deceduta nel 2009, presso la Serpentine Gallery di Londra.

Christo e Jeanne-Claude The London Mastaba, Serpentine Lake, Hyde Park, 2016-18. Foto: Wolfgang Volz © 2018 Christo Christo e Jeanne-Claude, The London Mastaba, Serpentine Lake, Hyde Park, 2016-18. Foto: Wolfgang Volz. ©2018 Christo

Questa scultura totemica (con una base di 30x40 metri e un'altezza di 30) trae ispirazione dalle mastaba, monumentali tombe a forma trapezoidale che trovano le loro radici nella Mesopotamia e che, secondo gli archeologi, sono all'origine delle piramidi egizie.

La mastaba di Christo è composta da 7506 barili di petrolio color malva, rosso, bianco e blu e pesa 600 tonnellate: è uno dei lavori più ambiziosi dell’artista ed è costata (a sue spese) 3,4 milioni di euro. Come per tutte le opere pubbliche di Christo, non ci sarà alcun biglietto d'ingresso e la scultura sarà quindi fruibile gratuitamente sia dagli abitanti di Londra che dai turisti.

"Per qualche mese, The London Mastaba sarà parte del Serpentine Lake e dell'ambiente naturale e urbano che la circonda", ha affermato Christo. [...] I colori trasformeranno i cambiamenti di luce, e i suoi riflessi nel Serpentine lake diventeranno una sorta di dipinto astratto".

The London Mastaba: Installation from Christo and Jeanne-Claude on Vimeo.

Non è la prima volta che Christo utilizza dei barili: la coppia ha incluso questi oggetti nelle proprie opere d’arte sin dal 1958, per il loro costo basso e per l’effetto scultoreo garantito. Una mastaba simile a quella di Londra era già stata realizzata negli anni ‘70 in Texas - e l’artista ha in cantiere un’altra scultura di barili con questa forma nel deserto di Abu Dhabi.

Il processo creativo alla base dell'opera verrà analizzato in profondità nella concomitante mostra presso la Serpentine Gallery, che permetterà al pubblico di contestualizzare la scultura di Hyde Park e di approfondire la loro ricerca visiva attraverso numerosi disegni, collage e fotografie che ne ripercorrono la carriera.

The Mastaba of Abu Dhabi, Collage, matita e due fotografie di Wolfgang Volz. Foto: André Grossmann © 1979 Christo The Mastaba of Abu Dhabi, Collage, matita e due fotografie di Wolfgang Volz. Foto: André Grossmann
© 1979 Christo

Come accaduto per "The Floating Piers", una passerella gialla che attaversava il lago d’Iseo e che venne visitata da 1.5 milioni persone, anche Mastaba è già oggetto sia di elogi che di critiche: se per il Telegraph è una “meraviglia”, i critici del Guardian sostengono che non abbia né “delicatezza” né “grandeur”  - e si chiedono cosa ne penseranno i pesci del Serpentine Lake.

The Floating Piers, Lago d'Iseo, 2014-16. Foto: Wolfgang Volz. © 2016 Christo The Floating Piers, Lago d'Iseo, 2014-16. Foto: Wolfgang Volz. © 2016 Christo

Dal canto suo, Chisto ha affermato che ogni interpretazione è ben accetta: “Non posso spiegare la mia arte. Tutto quello che faccio a livello professionale è irrazionale e inutile [...]. Le cose che faccio non hanno alcuna funzione se non quella di dare piacere”.

Commento