Epiris, un gruppo di private equity di stanza a Londra, basa il suo business su investimenti buyout di aziende inglesi valutate tra i 75 e i 500 milioni di sterline. La casa d’aste Bonhams appena acquisita dal gruppo è stata in vendita, prima informalmente e poi pubblicamente, per molti anni.

La sede centrale di Bonhams a Bond Street, Londra. Architetto: Lifschutz Davidson Sandilands, 2013 La sede centrale di Bonhams a Bond Street, Londra. Architetto: Lifschutz Davidson Sandilands, 2013

I termini dell’accordo non sono ancora stati svelati e nessuna delle parti ha menzionato se nel deal è stato incluso anche l’immobile della sede centrale di Bonhams a Londra. “Siamo molto felici di avere trovato un buyer che riconosce il potenziale di questa azienda e dei suoi dipendenti”, ha dichiarato il CEO della casa d’aste Matthew Girling. “Negli ultimi 20 anni abbiamo mirato ad una strategia di crescita che ha trasformato la compagnia in un’organizzazione davvero globale.”

Ha poi aggiunto: “Epiris ha un dimostrabile trascorso di successo nell’investimento di brand in crescita, e crediamo che insieme sarà possibile espandere ulteriormente il business pur continuando ad offrire un livello di servizio il più alto possibile, in tutti i settori in cui operiamo.”

La sede centrale di Bonhams a Bond Street, Londra La sede centrale di Bonhams a Bond Street, Londra.

Bruno Vinciguerra, che ha lavorato per nove anni come Direttore Operativo di Sotheby’s New York, è stato contattato per unirsi al CFO di Girling and Bonhams in qualità di Direttore Esecutivo.

Bonhams, fondata nel 1793, tiene più di 250 vendite all’anno sparse in diverse città per il mondo tra cui Londra, New York e Hong Kong. Nel 2017, la casa d’aste ha venduto lotti per un valore di 450 milioni di sterline nelle sue sette sale d’asta internazionali.

La sede centrale di Bonhams, Londra. La sede centrale di Bonhams, Londra.

Sono in particolare i gioielli ad essere il loro core business, tanto che la casa d’aste afferma di vendere più lotti di questa categoria all’anno che qualsiasi altra casa d’aste internazionale. In totale, i gioielli fruttano il 40% delle loro vendite.

Scopri tutti gli oggetti di Bonhams all’asta su Barnebys

Commento