Un'installazione unisce i bambini al confine tra Messico e USA

Grazie a tre altalene rosa, i bambini del Messico e degli Stati Uniti hanno giocato tra loro nonostante il muro che li divide

Un'immagine condivisa da Ronald Rael su Instagram © Ronald Rael
Un'immagine condivisa da Ronald Rael su Instagram © Ronald Rael

Lo scorso fine settimana, tre altalene rosa sono diventate virali sui social. Non delle semplici altalene ma una vera e propria installazione creata sul muro di confine tra gli Stati Uniti e il Messico che ha permesso ai bambini dei due Paesi di poter giocare tra loro. Il progetto, Teeter-Totter Wall, è frutto dell'idea dell'architetto, professore e attivista Ronal Rael realizzato grazie al supporto dell'architetto Virginia San Fratello, ed era in cantiere dal 2009.

View this post on Instagram

One of the most incredible experiences of my and @vasfsf’s career bringing to life the conceptual drawings of the Teetertotter Wall from 2009 in an event filled with joy, excitement, and togetherness at the borderwall. The wall became a literal fulcrum for U.S. - Mexico relations and children and adults were connected in meaningful ways on both sides with the recognition that the actions that take place on one side have a direct consequence on the other side. Amazing thanks to everyone who made this event possible like Omar Rios @colectivo.chopeke for collaborating with us, the guys at Taller Herrería in #CiudadJuarez for their fine craftsmanship, @anateresafernandez for encouragement and support, and everyone who showed up on both sides including the beautiful families from Colonia Anapra, and @kerrydoyle2010, @kateggreen , @ersela_kripa , @stphn_mllr , @wakawaffles, @chris_inabox and many others (you know who you are). #raelsanfratello #borderwallasarchitecture

A post shared by Ronald Rael (@rrael) on

Alla base dell'installazione c'era la volontà di creare una connessione temporanea sul confine tra Stati Uniti e Messico, e il risultato è stato un successo: i bambini (e gli adulti!) hanno giocato tra loro sulle altalene rosa acceso, un colore volutamente in contrasto con l'austerità del muro metallico di Sunland Park, uniti in gesto semplice e naturale, uniti dalla spensieratezza.

L'installazione del Teeter-Totter Wall ha richiesto solo 30 minuti ed è stata costantemente monitorata dalle guardie di frontiera. L'agenzia Rael San Fratello ha riferito:

"Il muro e la miserabile politica dietro di esso separano non solo i paesi, ma anche le regioni, le città, i quartieri, le famiglie e, più recentemente, anche i bambini dai loro genitori."

A differenza delle immagini strazianti che arrivano quotidianamente dal confine messicano-americano, il Teeter-Trotter Wall ha creato un momento di vera felicità.

L’idea risale a prima dell'arrivo di Trump, ma è stata effettivamente realizzata nel momento peggiore della crisi umanitaria tra Stati Uniti e Messico: Rael e lo studio di architettura stanno già lavorando sulla pianificazione di nuovi progetti similari, come il Burrito Wall, che consentirà alle persone di condividere un tavolo e gustarsi specialità messicane e il Wildlife Wall, attraverso il quale gli animali potranno spostarsi liberamente attraverso il confine.

In copertina: un'immagine condivisa da Ronald Rael su Instagram © Ronald Rael

Advert
Advert