Gigarte diventa Casa d’aste con grandi nomi e artisti emergenti italiani

Chia, Perilli, Schifano ma anche tante interessanti proposte tra gli artisti emergenti italiani: ecco la prima asta di Arte Moderna e Contemporanea del famoso portale italiano Gigarte.

Gigarte diventa Casa d’aste con grandi nomi e artisti emergenti italiani

Gigarte è da più di 10 anni un vero e proprio punto di riferimento per artisti, gallerie d’arte e collezionisti. Portale online dedicato all’arte, nasce nel 2007 grazie ai Romino: Antonio, rinomato artista napoletano e il figlio Renato Junior, infatti, stavano lavorando a un sito che fungesse da archivio per le opere di Antonio, quando si resero conto che quella tipologia di servizio mancava totalmente in Italia. In breve tempo Gigarte si afferma come portale utile agli artisti per l’archiviazione e la promozione delle loro opere e al tempo stesso utile anche ai collezionisti come fonte di informazioni sicure e come modalità di rapporto diretto con gli artisti.

Negli anni Gigarte diventa un portale di promozione e vendita di opere d’arte, con acquisto diretto dagli artisti, senza commissioni o intermediari. Ad oggi, con oltre 143’000 opere online, Gigarte si è affermato nel settore ed è pronto a lanciare la sua prima Asta di Arte Moderna e Contemporanea.

Vai al catalogo dell'asta
Vai al catalogo dell'asta

Infatti, grazie all’incontro con Amedeo Caneschi, manager nel settore dell'arte moderna e contemporanea da oltre 20 anni, nasce la Casa d’Aste Gigarte, con l’obiettivo di dare agli artisti emergenti una possibilità concreta di entrare nel mercato dell’arte insieme ad artisti già rinomati e conosciuti sul mercato. La peculiarità delle aste Gigarte è proprio questa: i cataloghi affiancano artisti emergenti ai migliori maestri dell’arte moderna e contemporanea.

La prima battuta d’asta sarà il 24 febbraio alle 14:30: Arte Moderna e Contemporanea. I lotti sono davvero interessanti e ciò che stupisce è l’omogeneità tra i grandi nomi, come Mario Schifano, Sandro Chia e Achille Perilli e le proposte degli artisti emergenti.

Achille Perilli, L'altalena del gioco, 2006 
tecnica mista su tela, 54cm x 65cm - autentica su foto dell'artista prossima pubblicazione su catalogo generale in uscita
Achille Perilli, L'altalena del gioco, 2006 tecnica mista su tela, 54cm x 65cm - autentica su foto dell'artista prossima pubblicazione su catalogo generale in uscita

L’altalena del gioco di Achille Perilli è uno dei pezzi più interessanti in asta, realizzato nello stile pittorico tipico del maestro dell’arte d’avanguardia italiana: figure geometriche ambigue, di colori brillanti e vivaci, si stagliano su un fondo rosso. Le sue figure piane e astratte, che risultano spesso irrisolte, sono la base della pittura di Perilli, figura di spicco dell’arte astratta italiana insieme a Ballocco, Capogrossi, Burri e Lucio Fontana.

Sandro Chia, Cupido, 1996 
bronzo multiplo esemplare 22 di 50, 65cm - archivio Dante Vecchiato
Sandro Chia, Cupido, 1996 bronzo multiplo esemplare 22 di 50, 65cm - archivio Dante Vecchiato

Altra opera in asta che ha catturato la nostra attenzione è un Cupido di Sandro Chia. statuetta in bronzo del 1996. Chia, tra i più importanti esponenti della Transavanguardia italiana insieme a Francesco Clemente, Mimmo Paladino e Enzo Cucchi, oggi lavora e vive tra gli Stati Uniti e Montalcino, a Siena. Dedito sia alla pittura che alla scultura (ed oggi, anche alla produzione del vino), lo stile di Chia è legato al grande formato e al segno pittorico forte e vivace, così come alla figura maschile: tutte caratteristiche che si ritrovano sia nelle tele che nelle sculture in bronzo, spesso dipinte anche queste con colori brillanti.

Tra gli artisti italiani in asta, citiamo anche Concetto Pozzati, Mino Maccari, Salvo e il pop Marco Lodola.

Salvo, Minareto, litografia esemplare numero 10 di 100, 50cm x 70cm - firmato su fronte opera
Salvo, Minareto, litografia esemplare numero 10 di 100, 50cm x 70cm - firmato su fronte opera

Scelte interessanti anche tra gli emergenti: impossibile non citare Andreas McMuller, presente in asta con due opere, Pensieri e Sinuosa, fotografie digitali in alta definizione in tiratura limitata 7+1. McMuller è un fotografo veronese che opera a Cadelbosco, Reggio Emilia. Il suo percorso artistico è basato sulla ricerca e la sperimentazione ed è segnato dalla visione di un Monet che gli palesa quanto un’immagine ben fatta possa colpire emotivamente l’animo umano.

Andreas McMuller, Sinuosa, 2016 
Scatto digitale in alta definizione 2016. Stampa 2019 tiratura limitata 7+1 copie su carta cotone Fi - 100cm x 70cm - autentica su foto dell'artista
Andreas McMuller, Sinuosa, 2016 Scatto digitale in alta definizione 2016. Stampa 2019 tiratura limitata 7+1 copie su carta cotone Fi - 100cm x 70cm - autentica su foto dell'artista

Le due opere in asta sono in antitesi: in Sinuosa prevale l’aspetto sensuale della fotografia, che sottolinea grazie alla luce la silhouette della donna, mentre in Pensieri è proprio l’interiorità a fare capolino dallo scatto. Ciò che esce dallo scatto è una dolcezza intima, delicata e femminile, l’immagine di una donna che vive in sé stessa le sue emozioni.

Andreas McMuller, Pensieri, 2016 
Scatto digitale in alta definizione 2016. Stampa 2019 tiratura limitata 7+1 copie su carta cotone Fi - 100cm x 70cm - autentica su foto dell'artista
Andreas McMuller, Pensieri, 2016 Scatto digitale in alta definizione 2016. Stampa 2019 tiratura limitata 7+1 copie su carta cotone Fi - 100cm x 70cm - autentica su foto dell'artista

Da citare anche due artiste donne: Morena Antonucci e Cloe Ferrari. Antonucci, autodidatta e definita da Monsignor Bruno Forte “Artista al servizio della bellezza e dell’amore”, ha uno stile legato alla pittura naturalistica e sociale. Le sue opere sono presenti in diverse collezioni private e pubbliche anche a livello internazionale. In asta ci sarà il dipinto Maja, un acrilico su tela del 2014 a metà strada tra il figurativo e l’astratto.

Morena Antonucci, Maja, 2014 
acrilico su tela, 60cm x 60cm - foto autenticata dall'artista del fronte e del retro dell'opera
Morena Antonucci, Maja, 2014 acrilico su tela, 60cm x 60cm - foto autenticata dall'artista del fronte e del retro dell'opera

Cloe Ferrari è invece  è una giovane artista siciliana, che rappresenta attraverso le sue opere i luoghi amati della sua infanzia. Il mare è protagonista assoluto delle sue opere: sono le onde, il moto incessante e mutevole del mare, le luci e i colori del Mediterraneo, i suoi soggetti preferiti.

Cloe Ferrari, Remember me, 2017 
resina su pioppo - 80cm x 80cm x 3cm - firmato retro opera
Cloe Ferrari, Remember me, 2017 resina su pioppo - 80cm x 80cm x 3cm - firmato retro opera

Tra gli artisti emergenti in asta, molto interessanti anche Manuel Giacometti e Francesco Sammicheli.

Manuel Giacometti, Licking the Rolling Stone, 2018, spray stencil glitter legno, 90cm x 90cm - certificato autentica dell'artista
Manuel Giacometti, Licking the Rolling Stone, 2018, spray stencil glitter legno, 90cm x 90cm - certificato autentica dell'artista

Insomma, non vediamo l'ora dell'asta di esordio di Gigarte, evento che va ad aggiungersi a tante altre attività ed eventi che il portale cura con attenzione da diversi anni. La vendita si terrà domenica 24 febbraio alle 14:30, nel frattempo è già possibile effettuare un'offerta online o con le altre modalità previste cliccando qui. Tutti coloro che hanno effettuato un'offerta o hanno inserito un lotto in osservazione riceveranno via mail link per seguire lo streaming dell'asta.

Scopri tutti i lotti di Gigarte anche su Barnebys!

Annuncio
Annuncio