La sua storia di famiglia è molto legata al marmo e alle Cave di Carrara...

La storia del marmo dei Vanelli comincia nel 1818, quando la duchessa Maria Beatrice d’Este concede alla mia famiglia il diritto di escavazione del marmo bianco di Carrara. Già a partire dall’Ottocento la cava Vanelli fornisce il marmo per la costruzione di opere pubbliche nelle più importanti capitali europee. Nel secolo successivo, Aldo Vanelli acquisisce la cava di proprietà di famiglia, detta Zona 67: è il 1960.

Cava_credit EnricoAmici alta

FiammettaV concepisce il marmo con una sensibilità “femminile”: ci può spiegare meglio?

Io mi trovo ad essere l’erede donna di questo patrimonio. Ho iniziato sin da subito a dare un'interpretazione femminile al marmo con la linea Zona67 Jewelry by FiammettaV.

Sono sempre stata affascinata dalle infinite tonalità e sfumature dei marmi: ho cominciato a osservare anche i dettagli più piccoli, gli scarti e le piccole pietre e ho immaginato che fossero gemme. Bianco statuario, nero Portoro, grigio Bardiglio, Paonazzo: ho deciso di tagliarli come pietre preziose in una linea esclusiva di fashion-jewellery. E da qui il tocco femminile dedicato a tutti gli utensili che avrei voluto trovare nella mia cucina, abbinando il design e la funzionalità per oggetti di uso quotidiano.

 

Home Collection Living. Courtesy of FiammettaV. Home Collection Living. Courtesy of FiammettaV.

Il marmo è un materiale nobile e prezioso, ma nell’immaginario comune è spesso legato a un design e un’architettura imponenti e austere: l’approccio della linea FiammettaV Home Collection, invece, è distante da questo stereotipo. Come è nata l’idea della collezione?

Oggi, con l’avvento della robotica e delle tecniche di ultimissima generazione che permettono infinite soluzioni di taglio, è possibile realizzare opere d’arte di artisti internazionali e progetti speciali allontanandosi totalmente dall’immaginario che vede il marmo come un elemento pesante, confinato all’utilizzo per strutture imponenti o classiche.

0catalogo official-11

Nel 2014 ho dato vita a FiammettaV Home Collection con l’obiettivo di coniugare la millenaria tradizione artigianale italiana con le più moderne applicazioni tecnologiche. Ho voluto dare un taglio diverso, leggero, quotidiano e familiare al marmo. Questo è stato possibile grazie al know-how interno e agli investimenti in termini di macchinari all’avanguardia. Le mie creazioni oggi si trovano in negozi come Conran shop, Globus, Fortnum & Mason, Bergdorf Goodman, Luisa Via Roma, Rossana Orlandi.

C'è un oggetto della collezione a cui è particolarmente legata? 

Il tagliere: parte tutto da lì, un oggetto semplice e indispensabile e soprattutto fortemente legato al territorio (qui vicino a Carrara si produce il famoso lardo di Colonnata). È uno dei primi oggetti che ho prodotto e che oggi è presente nella mia collezione in 5 diverse declinazioni.

Un altro pezzo più recente a cui sono particolarmente legata è la versione in marmo Paonazzo - il marmo che più rappresenta le cave della mia famiglia - del bar cabinet Dionisio della Capsule collection 2017. È una linea di mobili esclusivi, realizzati a mano grazie alla collaborazione tra le cave Vanelli, il mobilificio toscano Turini&Werich e il designer Massimiliano Giornetti, per lungo tempo direttore creativo presso Salvatore Ferragamo. Il bar cabinet è uno dei pezzi più eleganti e sofisticati che abbiamo realizzato e di cui vado particolarmente fiera.

Il suo approccio al marmo è estremamente artistico: da dove nasce questa passione per l’arte?

The Stoned Donkey, 2018, Marco Cibic The Stoned Donkey disegnato da Matteo Cibic per FiammettaV Special Projects, 2018.

È sempre stata una mia passione che mi ha portato a completare un master all’Università Internazionale dell'Arte di Firenze. Poi ho aperto un laboratorio di scultura con mio fratello Gualtiero a Pietrasanta. Qui artisti nazionali e internazionali potevano sperimentare il marmo come mezzo artistico e molte di queste collaborazioni diventavano poi oggetti di mostre da noi organizzate.

A questa esperienza hanno fatto seguito dal 2001 commissioni da parte di designer come Matthew Spender, Marco Borgiani, Alessandro Mendini e Rudy Wach. Le opere realizzate nel nostro workshop hanno iniziato ad apparire in mostre e gallerie in tutto il mondo. Una delle ultimissime collaborazioni sotto al cappello FiammettaV Special Projects ha visto nascere lo Stoned Donkey, progetto del designer Matteo Cibic in occasione di un'installazione site-specific presso lo showroom di Luisa Via Roma a Firenze.

Non solo arte e design, ma anche moda: il vostro e-commerce ha una bellissima linea di gioielli in marmo e a giugno avete organizzato una sfilata di grande successo in una cava di Carrara.

Un'immagine della sfilata di giugno. Foto: Francesco Licata. Courtesy of FiammettaV Un'immagine della sfilata di giugno. Foto: Francesco Licata. Courtesy of FiammettaV.

Sì, parliamo di Zona67 Jewelry, la cui nuova collezione di gioielli è stata lanciata il 2 giugno con un evento chiamato "Inaspettata leggerezza" che ha visto la collaborazione tra il mio brand e LT GOLD STANDARD di Ludovico Torri. Entrambi sono brand made in Italy la cui missione è quella di reinterpretare in modo inedito il marmo, declinandolo in collezioni e dettagli esclusivi nel settore moda, jewelry e home design.

L’evento si è tenuto all’interno di una delle location più suggestive al mondo: una cava di marmo a Carrara. La pianista Stefania Mettadelli e la voce del soprano Cristina Martufi hanno reso quest’evento un'esperienza davvero suggestiva. Abbiamo trasportato i nostri ospiti, la stampa internazionale e celebrities con delle jeep nel cuore del territorio Apuano per vivere e toccare con mano il processo produttivo e creativo che distingue questo luogo come eccellenza in tutto il mondo.

Un'immagine della sfilata di giugno. Foto: Francesco Licata. Courtesy of FiammettaV Un'immagine della sfilata di giugno. Foto: Francesco Licata. Courtesy of FiammettaV.

L’idea sottostante è stata quella di superare i limiti e stereotipi legati ad un materiale apparentemente incompatibile col concetto di leggerezza ed associato per lo più ad elementi costruttivi, creando oggetti e dettagli leggeri e sofisticati come bottoni, gioielli e oggetti di home design per uso quotidiano.

LT GOLD STANDARD esprime tutto questo attraverso una collezione loungewear realizzata a mano in Italia, con una selezione pregiata di tessuti impreziositi da sofisticati bottoni in marmo provenienti proprio dalle Alpi Apuane. L'idea è di giocare con i materiali per creare qualcosa di facile da indossare, ma allo stesso tempo unico e affascinante. Zona 67 Jewelry porta avanti questo concetto con la nuova collezione di gioielli con dettagli in marmo, mentre per il catering abbiamo utilizzato una selezione di oggetti provenienti da FiammettaV Home Collection.

Il marmo italiano è uno dei materiali italiani da sempre più richiesti all’estero: crede che le potenzialità di Carrara siano sfruttate appieno?

Assolutamente no. Ammetto che spesso manca, da parte del consumatore finale, la conoscenza e consapevolezza sul marmo di qualità. Purtroppo vedo sempre più spesso manufatti di bassa qualità, sia nella lavorazione che nel marmo (soprattutto se d’oltreoceano), con prezzi che rendono il nostro prodotto italiano non concorrenziale, seppur per moltissimi aspetti superiore. Nel mio piccolo, lotto ogni giorno per invertire la tendenza di questo processo. Ho voluto rendere il marmo quotidiano perché entrasse con eleganza e qualità nella vita di tutti i giorni: nella mia collezione non mancano mai oggetti anche da 20 euro.

Scopri tutta la collezione di FiammettaV su Barnebys!

Commento