Debutto da 45 milioni per un dipinto di Klimt

Uno dei paesaggi più evocativi di Klimt andrà all'asta per la prima volta da Sotheby's il 16 maggio. La stima è di circa 45 milioni di dollari.

Gustav Klimt, Insel im Attersee (Isola nell'Attersee),
firmato Gustav Klimt (sul telaio), 1901-1902 circa, olio su tela, 100,5 x 100,5 cm. Immagine © Sotheby's (dettaglio)
Gustav Klimt, Insel im Attersee (Isola nell'Attersee), firmato Gustav Klimt (sul telaio), 1901-1902 circa, olio su tela, 100,5 x 100,5 cm. Immagine © Sotheby's (dettaglio)

Un Klimt nella sua forma più privata, libero dai confini delle opere commissionate, immerso nella tranquillità del paesaggio circostante. È questo che incarna l’opera che apparirà per la prima volta all’asta da Sotheby’s il prossimo 16 maggio, nell’ambito della Modern Evening Auction.

Insel im Attersee (Isola nell’Attersee) fu dipinto dall’artista austriaco durante uno dei suoi soggiorni estivi nella regione di laghi e catene alpine del Salzkammergut, che rappresentava per lui una tregua dalla vita frenetica di Vienna. Il panorama bucolico e le acque iridescenti del lago Attersee facevano da cornice alla pittura en plein air di Gustav Klimt, e la serenità di quel periodo sembra raggiungere l’osservatore, a distanza di tanti anni.

Per approfondire: Gustav Klimt: artista dell'emozione e dell'erotismo

Gustav Klimt, Insel im Attersee (Isola nell'Attersee),
firmato Gustav Klimt (sul telaio), 1901-1902 circa, olio su tela, 100,5 x 100,5 cm. Immagine © Sotheby's
Gustav Klimt, Insel im Attersee (Isola nell'Attersee), firmato Gustav Klimt (sul telaio), 1901-1902 circa, olio su tela, 100,5 x 100,5 cm. Immagine © Sotheby's

L’opera è caratterizzata dal caratteristico “ritaglio” della scena, in cui l'acqua del lago è protagonista, l’orizzonte è posto in alto e il bordo superiore dell’isola è addirittura fuori dalla cornice. La luce e il colore dell’acqua campeggiano nella composizione, tessendo strati di trame in scintillanti sfumature di verde, blu e giallo. Pare quasi che il lago rifletta lo stato d’animo dell’artista in quel momento, in un caleidoscopio di emozioni.   

L’opera, che coincide con il "periodo d'oro" dell'artista, mostra paralleli con l’Impressionismo e il Puntinismo, oltre a influenze derivate dall’arte giapponese.

Ti piacciono i nostri articoli? Ricevili direttamente via email, iscrivendoti alla nostra newsletter gratuita!

Il dipinto apparteneva al collezionista e storico dell'arte Otto Kallir, personaggio chiave nella diffusione dell'arte moderna austriaca in generale – e di Klimt in particolare – dopo la Seconda Guerra Mondiale. Kallir fu costretto a fuggire dall'Austria nel 1938 in seguito all'invasione nazista e trovò rifugio in Svizzera e in Francia. A Parigi, aprì la Galerie St. Etienne e Insel im Attersee fu tra le opere scelte per la mostra inaugurale. Una seconda galleria fu in seguito aperta a New York e lo stesso dipinto venne incluso in un’altra mostra importante. 

Insel im Attersee viene presentato per la prima volta in un'asta pubblica, offre uno sguardo unico sul corpus di opere di Klimt ed è tra le opere di maggior valore che saranno in vendita il mese prossimo a New York, con la ragguardevole stima di 45 milioni di dollari. Un debutto eccellente, che ha già creato grosse aspettative e promette di generare scompiglio in sala d'aste.

Leggi tutte le ultime news sul Magazine di Barnebys!

Aumenta la visibilità della tua prossima asta su Barnebys oggi stesso!