L’attesa per l’asta “Impressionist & Modern Art Evening Sale” di ieri sera era molto alta: il catalogo includeva i nomi di grandissimi artisti come Pablo Picasso, Mary Casatt, Claude Monet e Georgia O’Keefe. Ma la vera ragione era un’altra: da Sotheby's New York tutti gli occhi erano puntati su “Nu couché (sur le côté gauche)”.

Uno dei momenti salienti dell'asta di ieri sera. Immagine via Sotheby's Twitter. Uno dei momenti salienti dell'asta di ieri sera. Immagine via Sotheby's Twitter.

C’erano tutti gli ingredienti per un record: non solo si tratta del più grande nudo mai realizzato da Amedeo Modigliani, ma all’epoca della sua creazione (era il 1917) era stato censurato perché considerato osceno. L’opera, acquistata nel 2003 da un collezionista privato per 26,9 milioni di dollari, è stato esposto al pubblico presso la Tate Modern di Londra prima di finire sotto il martello proprio, trovando così un nuovo proprietario la cui identità non è stata rivelata.

Non conosci il caso delle finte teste di Modigliani? Clicca qui per leggere la storia!

Amedeo Modigliani, "Nu couché (sur le côté gauche)". Amedeo Modigliani, "Nu couché (sur le côté gauche)".

Conosciamo però la cifra: rilancio dopo rilancio, la stima di 150 milioni di euro è stata superata raggiungendo quota 157,2 (tasse incluse). Il dipinto è così diventato la quarta opera più costosa al mondo. Non solo: è anche la più cara mai assegnata da Sotheby’s, un grandissimo record per la storica casa d’aste britannica.

Clicca qui per scoprire quali sono i dipinti più costosi al mondo.

Sfiorato, ma non imbattuto il record personale di Modì: un altro suo nudo della stessa serie, titolato “Nu couché” era stato battuto nel 2015 da Christie’s per 170,4 milioni di dollari (tasse incluse) e continua ad essere tutt’ora il dipinto di Modigliani più caro.

Commento