img1

Nel caso in cui dubitaste ancora della salute del mondo delle aste, vi rassicurerò: non è mai stato meglio. Soprattutto per Christie's, che ha appena battuto le collezioni di Peggy e David Rockefeller in quella che da molti è stata definita “l’asta del secolo”.

L'atmosfera, prima dell'asta, era a dir poco irrefrenabile: offerenti provenienti da ogni angolo del mondo stavano seduti in sala davanti ai loro schermi, con i telefoni pronti. Tutti volevano una pezzetto della tenuta privata della leggendaria coppia.

img2

Già il primo giorno delle aste, 44 opere di alcuni dei più famosi pittori della storia dell'arte sono state battute per 646 milioni di dollari. L'asta che ha battuto ogni record ha dato luogo a una cosiddetta vendita "white glove": nessun oggetto è rimasto invenduto.

Nonostante il dipinto "Fillette à la corbeille fleurie" di Pablo Picasso è risultato il più costoso della vendita con un prezzo di 115.1 milioni di dollari, è stata un po’ una delusione. Il prezzo di partenza non era stato annunciato prima della vendita, ma si vociferava che la stima fosse di 100 milioni e si sperava in un risultato più alto. Le offerte sono partite da 90 milioni e si sono fermate ai 102, prima dell'aggiunta delle commissioni.

Tuttavia, considerando quello che Gertrude Stein e suo fratello Leo hanno pagato per questo dipinto nel 1905, c’è da ammettere che un aumento di valore da 30 a 102 milioni di dollari non è niente male.

fillette

"Nymphéas en fleur" di Claude Monet aveva un prezzo iniziale di 50 milioni finendo, dopo un'intensa offerta tra cinque parti, per essere battuto a 84.7 milioni, tasse comprese. Il fortunato vincitore è stato Xin Li Cohen, direttore di Christie in Asia.

monet

Uno dei miei record personali preferiti è il guazzo cubista di Juan Gris "La table de musician", del 1914: il delicato dipinto ha raggiunto le aspettative, che si aggiravano intorno ai 20 milioni. Dopo un intenso scambio di offerte, il martello è caduto a 31.8 milioni di dollari. Va segnalato che la coppia Rockefeller acquistò il dipinto nel 1966 per 45.000 dollari.

"Nymphéas en fleur" di Juan Gris. "La table de musician" di Juan Gris.

Il realizzo del primo giorno dell'asta, con 44 opere vendute, ammonta a 646 milioni. Il giorno dopo, grazie all’ Art of the Americas Evening Sale sono arrivati altri 120 milioni - e insieme a quelli anche nuovi record.

Tra le altre opere, il ritratto di George Washington di Gilbert Stuart del 1795 è stato venduto per 11.5 milioni di dollari. Il ritratto è il primo dei tre che l'artista ha dipinto del presidente americano. Quello venduto è stato realizzato a Filadelfia e il prezzo finale ha stabilito un nuovo primato per l'artista.

Il ritratto di George Washington di Gilbert Stuart . Il ritratto di George Washington di Gilbert Stuart .

Il dipinto di Diego Rivera "The Rivals" ha stabilito un nuovo record non solo per l'artista, ma anche per l'arte latinoamericana, poiché è stato battuto per 9.7 milioni di dollari. L'opera d'arte, acquisita da Abby Aldrich Rockefeller nel 1931, fu successivamente donata come regalo di nozze a suo figlio David e alla moglie Peggy.  Per decenni, la pittura dell'artista messicano è rimasta appesa nel soggiorno delle coppie nella loro tenuta del Maine.

diego

Mercoledì scorso, il successo dell'asta è proseguito con la vendita di vari oggetti d'arte per un totale di 12.36 milioni di dollari  - quando la stima era soltanto di 2.5. In totale, nelle prossime due settimane saranno circa 1400 gli oggetti che avranno dei nuovi proprietari, al termine dell'asta più grande del mondo.

Anche se il successo è innegabile e i record del mondo sono stati molti, per alcuni degli oggetti messi all'asta le aspettative erano più alte.

Ma quando il martello cadrà per l'ultima volta, Christie's avrà senza dubbio alcuno un’altra storia di successo da raccontare, confermandosi come la casa d'aste leader del mondo.

Commento