Il dipartimento di arte orientale di Capitolium Art è nato nel 2015 - e da quel momento, forte della crescita dell’interesse in questo settore da parte degli acquirenti, non si è mai fermato, organizzando due appuntamenti l’anno ed alcuni online.

L’asta di Arte Orientale, i cui lotti saranno in esposizione dal 16 al 19 giugno a Brescia in Via C.Cattaneo n. 55, verrà battuta in tre diverse tornate (alle ore 11:00, 13:30 e 15:30) secondo un criterio geografico.

Ad aprire le danze sarà una selezione di lotti provenienti dalla Cina: immancabili le porcellane, accompagnate da bronzi, cloisonné, avori, dipinti e calligrafie.

Gli highlight di questa prima sezione sono davvero molti: segnaliamo anzitutto una vasca per pesci in porcellana realizzata all’inizio del XX secolo. L’oggetto, stimato tra gli 800 e i 1200 euro, è smaltato con dragoni alla ricerca della perla fiammeggiante tra nuvole ed onde.

Tra i bronzi, invece, susciterà molto interesse questa scultura del periodo della dinastia Ming raffigurante bodhisattva seduta, in padmasana, su una base a fiori di loto.

Prezioso anche il lotto 176, composto da tre intagli in forma di ariete, carpa e pipistrello: realizzato nel XIX secolo, il set di oggetti ha una stima di 800-1200 euro.

Numerosi i dipinti e le calligrafie, ma anche le tabacchiere e le sculture. Il punto saliente di questa sezione è una scultura in pietra raffigurante Guanyin. La divinità è qui raffigurata in piedi, abbigliata con una ricca veste drappeggiata e rifinita con elegante gioielleria: la stima per aggiudicarsi il prezioso arredo è di 12-16.000 euro.

Ha una fattura raffinata anche questa bellissima tabacchiera in vetro di Pechino giallo con marchio Qianglong: in questo caso si stima che il martello cadrà intorno ai 3-4.000 euro.

La seconda tornata sarà dedicata invece all’arte Himalayana e presenterà una vasta selezione di bronzi, figure in legno ed avorio, agate e mala rituali.

Tra questi ultimi segnaliamo il lotto 324, un mala tibetano del XIX secolo con elementi in turchese, avorio, cocco, corniola ed argento stimato 1000-1500 euro. Non mancheranno anche i thangka, ovvero gli stendardi buddisti dipinti o ricamati che vengono appesi nei monasteri e portati in processione.

Si terminerà alle ore 15:30 con la sezione di tessuti e tappeti cinesi e tibetani, tra cui spicca un tappeto Ningxia a fondo giallo oro decorato con nuvole e dragone risalente alla fine XVIII secolo; un gruppo di sculture del Sud-Est Asiatico e una piccola selezione di arte indiana, durante la quale verrà esitata anche una scultura in granito raffigurante Shiva. Realizzato nell’India meridionale del X secolo, questo oggetto è stimato tra i 4 e i 6.000 euro.

Ricordiamo che i lotti del catalogo saranno esposti dal 16 al 19 giugno (sabato e domenica compresi) in Via C.Cattaneo n. 55 a Brescia, con i seguenti orari: 10-13; 15.30-18.30.

Scopri su Barnebys tutti i lotti dell’asta di Arte Orientale!

Commento