Hellraiser è un horror britannico considerato un film di culto e un classico nel suo genere. Il lungometraggio fu diretto da Clive Barker, già autore dello romanzo breve “The Hellbound Heart” da cui è tratto. Hellraiser debuttò nel 1987, dopo un’anteprima al Festival di Cannes il 13 maggio dello stesso anno. Il film sarebbe diventato il primo episodio di una saga cinematografica che conta nove sequel.

Il film esplora il dolore, il piacere e l'amore, ma anche la disperazione, il desiderio e la morte di una serie di personaggi mossi dalla paura e dalla tentazione. I fan dell'horror - Stephen King incluso - hanno applaudito questo capolavoro del cinema dove piacere e dolore vanno di pari passo.

L’ultimo sequel in ordine di tempo è "Hellraiser: Judgement", decimo episodio della saga uscito nelle sale nel febbraio del 2018 e diretto da Gary J. Tunnicliffe. Nel lungometraggio torna il protagonista Pinhead, un “cenobita” (ovvero un demone) che riesce a raggiungere la realtà degli umani soltanto tramite una rottura spazio-tempo provocata da una scatola chiamata “Cubo di Lemarchand”, oggetto che è motore delle trame di tutti i film della saga horror.

Pinhead, caratterizzato da una serie di chiodi che gli performano il volto e la testa creando una sorta di griglia, è diventato nel corso degli anni un'icona del cinema dell'orrore. Leader dei cenobiti, è anche l’unico personaggio a comparire in tutti gli episodi della saga. Quando i personaggi di Hellraiser aprono il “Cubo di Lemarchand”, Pinhead e i cenobiti “entrano” nella realtà, sottoponendo le persone alle più atroci torture.

In questo film, però, il passaggio dei cenobiti dall’inferno alla realtà è complicato dagli avanzamenti della tecnologia, che sta rendendo obsoleti gli strumenti dei demoni. Mentre nell'inferno i demoni cercano di risolvere questo problema, sulla terra i fratelli detective Sean e David Carter stanno indagando su un serial killer noto come il Precettore, i cui omicidi sono basati sui Dieci Comandamenti...I demoni avranno forse un ruolo in questi efferati omicidi?

Una trama intricata e complessa, ricca di colpi di scena che tiene gli spettatori incollati allo schermo. Notevoli anche le maschere dei personaggi, molte delle quali saranno messe all’asta proprio da Prop Store, per una vendita che attirerà senza dubbio molti potenziali acquirenti.

L’asta degli oggetti utilizzati nella produzione di “Hellraiser: The Judgment” si terrà sul sito di Prop Store. Hai tempo fino al 15 di giugno per fare la tua offerta!

Scopri su Barnebys tutti gli oggetti di Prop Store all'asta.

Commento