All'inizio dell'anno, un dipinto firmato Monet è stato venduto sul sito di aste olandese Catawiki. Il dipinto “Nitia sur le pont dans le jardin de Claude Monet” del 1927 è stato realizzato dalla figliastra di Claude Monet, Blanche, e rappresenta la nipote Nitia, appoggiata alla ringhiera del ponte nel giardino del pittore.

Blanche Hoschedé Monet, nata nel 1865 a Parigi, era figlia di Ernest e Alice Hoschedé. Suo padre era un uomo d'affari e un collezionista d'arte particolarmente interessato al maestro dell'Impressionismo. Mecenate di Claude Monet all'inizio della sua carriera, ne divenne così amico che l'artista dipinse, tra le altre cose, un muro del suo castello di Rottembourg.

Ma non è oro tutto quel che luccica: nel 1877, Ernst andò in bancarotta e le sue opere furono messe all'asta. Il collezionista, la moglie e i sei figli si trasferirono con la famiglia di Monet a Vétheuil, anche se dopo il trasloco il padre passò la maggior parte del tempo a Parigi e in Belgio.

Monet aveva due figli, Jean e Michel, con la moglie Camille, che morì poco dopo il trasferimento degli Hoschedé, nel 1879. Monet e Alice rimasero a Vétheuil fino al 1881, quando si trasferirono a Poissy e infine a Giverny nel 1883. Alice e Ernest non si separarono mai, ma il rapporto tra Monet e la donna crebbe più forte e, dopo la morte di Ernest nel 1891, la coppia si sposò.

Giverny, 31 ottobre 1900. La famiglia Monet-Hoschedé celebra il matrimonio tra Marthe Hoschedé e Théodore Butler. Pierre Sisley è seduto a terra sulla destra, sua sorella Jeanne è dietro di lui, Monet è sulle scale a sinistra. Immagine via Flickr Giverny, 31 ottobre 1900. La famiglia Monet-Hoschedé celebra il matrimonio tra Marthe Hoschedé e Théodore Butler. Pierre Sisley è seduto a terra sulla destra, sua sorella Jeanne è dietro di lui, Monet è sulle scale a sinistra. Immagine via Flickr

Blanche e i suoi cinque fratelli divennero ufficialmente i figliastri del grande artista. Lei era l'unica degli otto bambini che si sarebbe interessata all'arte. Sin dagli 11 anni aveva iniziato a dipingere e a passare del tempo nello studio di Monet e di Édouard Manet. All’età di 17 anni, lavorò come assistente e apprendista del patrigno, abbracciando lo stile impressionista dell'artista e dipingendo con le sue stesse sfumature di colore.

Claude Monet, "Nel bosco di Giverny: Blanche Hoschedé al cavalletto e Suzanne Hoschedé che legge", 1887. Immagine: Los Angeles County Museum of Art. Claude Monet, "Nel bosco di Giverny: Blanche Hoschedé al cavalletto e Suzanne Hoschedé che legge", 1887. Immagine: Los Angeles County Museum of Art.

Blanche dipinse anche con l'artista americano John Leslie Breck, di cui si innamorò. Monet, tuttavia, li costrinse ad interrompere la relazione: forse perché aveva in mente un altro partito per la figliastra. Nel 1897, infatti, Blanche sposò Jean, figlio di Claude Monet, diventando quindi allo stesso momento sua figliastra e nuora. La coppia visse a Rouen, un motivo comune nei dipinti di Blanche.

Madame Kuroki, Claude Monet (1840-1926), Alice Butler (1894-1949), Blanche Hoschedé-Monet e Georges Clemenceau (1841-1929) nel giardino di Giverny. © Musée Marmottan Monet, Parigi / Bridgeman Madame Kuroki, Claude Monet (1840-1926), Alice Butler (1894-1949), Blanche Hoschedé-Monet e Georges Clemenceau (1841-1929) nel giardino di Giverny. © Musée Marmottan Monet, Parigi / Bridgeman

Dopo la morte della madre, Blanche subentrò nella casa di Claude Monet e visse con lui durante i difficili anni in cui l'artista soffriva di depressione e iniziava gradualmente a perdere la vista. L'amico in comune Georges Clemenceau soprannominò Blanche “l’angelo blu di Monet” e la storica Janine Burke sostiene che la donna ha probabilmente aiutato il pittore nella creazione della serie "Grandi Decorazioni". Blanche rimase a Giverny per il resto della sua vita e si prese cura della casa e del giardino. Morì a Nizza, all'età di 82 anni.

Il dipinto “Nitia sur le Pont nel Jardin de Claude Monet”, dipinto dalla figliastra, apprendista e nuora di Claude Monet, è stato venduto sulla piattaforma online Catawiki il 25 marzo 2018 per 51.000 euro.

Hai un'opera d'arte o altro oggetto che ti interessa vendere? Scopri come farlo sul sito di Catawiki.

Scopri su Barnebys tutte le aste di Catawiki.

Commento