Immaginatevi di dover supervisionare un museo che nel 2017 ha accolto 8 milioni di visitatori: una vera impresa. Jean-Luc Martinez, al timone dell'istituzione dal 2013, ci è riuscito con successo, affrontando molte sfide lungo il percorso.

Il Louvre. Foto di Paul Dufour. Il Louvre. Foto di Sean Mungur.

Quando assunse il ruolo nel 2013, affermò di voler "trasformare il Louvre in un museo più generoso e accessibile". E così, dopo anni di lavori, è stato recentemente completato un importante ampliamento dell’ingresso del museo, che si trova sotto la famosa Piramide di I. Pei.

Ma non è tutto: il progetto includeva anche la creazione di nuovi spazi: il Pavillon de l'Horloge, che guida i visitatori attraverso la storia del Louvre, e la Petite Gallerie, dedicata agli appassionati d’arte dai 5 ai 15 anni.

The Louvre. Foto di Paul Dufour. The Louvre. Foto di Paul Dufour.

Durante gli ultimi 5 anni sono state inoltre organizzate diverse mostre di alto profilo e dalla grande affluenza. Citiamo solo un esempio: nella primavera del 2017, "Vermeer e i maestri della pittura di genere" ha attirato 325.000 visitatori.

Quel successo ha avuto però un lato oscuro, dato che molti aspiranti visitatori si sono lamentati del sistema di prenotazione, che rendeva praticamente impossibile visitare l’esposizione nelle prime settimane.

Il Louvre. Foto di Jace Grandinetti. Il Louvre. Foto di Jace Grandinetti.

Martinez ha anche promosso l'espansione del Museo all’estero. In questo senso, ha supervisionato l'apertura del Louvre di Abu Dhabi nel novembre 2017, un progetto che ha sofferto di polemiche e ritardi.

Se non bastasse, il Louvre di Lens, una filiale del museo nel nord della Francia, ha festeggiato nel 2017 i cinque anni dalla nascita, e al Museo Nazionale dell’Iran di Tehran è stata da poco inaugurata un’esposizione sulla storia del celebre museo francese.

Il Louvre. Foto Jace Grandinetti. Il Louvre. Foto di Jace Grandinetti.

Il 2018 è iniziato con una polemica tra il direttore e il Ministero della Cultura francese, che aveva proposto portare la Monna Lisa in tour. La disputa è finita con un secco rifiuto da parte di Martinez, per le ingenti spese che sarebbero state affrontate e per il rischio che l’operazione avrebbe comportato.

Il Salvator Mundi all'asta da Christie's. Il Salvator Mundi all'asta da Christie's.

Secondo alcuni, l’obiettivo del Ministero era quello di esporre la Monna Lisa accanto ad un’altra opera di Leonardo: il Salvator Mundi, acquisito lo scorso anno in un’asta record dall’erede al trono dell’Arabia Saudita e in esposizione al Louvre di Abu Dhabi.

Scopri di più sul Salvator Mundi e sull'asta record del 2017!

Per i prossimi cinque anni, la sfida più difficile sarà quella di continuare il trend positivo del numero dei visitatori, che ha subito un colpo nel periodo successivo agli attentati di Parigi, soprattutto rispetto alle scolaresche.

Non possiamo che augurare a Jean-Luc Martinez un buon lavoro. Ai prossimi cinque anni!

Commento