“Imperial Wisdom Sutras”, il più importante manoscritto buddista mai comparso in un’asta e risalente all’epoca dell’oro della dinastia Ming, ha battuto il record di vendita della sua categoria. Il set di manoscritti è stato infatti venduto ieri da Sotheby’s Hong Kong per ben 30,428,852 dollari americani, polverizzando il precedente record raggiunto a Sotheby’s New York nel marzo 2015.

Immagine per gentile concessione di Sothebys. Immagine per gentile concessione di Sothebys.

Preservato in ottime condizioni, il set di rappresenta l’unico esemplare intatto al mondo oltre a quello in esposizione al National Palace Museum di Taipei. Sappiamo che nel 1917 “Imperial Wisdom Sutras” era parte di una collezione privata a Kyoto, ma se ne sono perse le tracce fino al 2014, quando è stato esposto in occasione della mostra sulla dinastia Ming presso il British Museum di Londra.

Immagine per gentile concessione di Sothebys. Immagine per gentile concessione di Sothebys.

Il termine Sutra (dal sanscrito “filo”) indica le scritture ufficiali che descrivono gli insegnamenti del Buddha. Dall’India, i testi venivano ricopiati a mano da abili amanuensi per essere poi tramandati nel continente asiatico. Gli esemplari che hanno battuto il record sono stati realizzati dai migliori artigiani nella prima metà del XV secolo, per ordine dell’imperatore Ming Xuande.

Immagine per gentile concessione di Sothebys. Immagine per gentile concessione di Sothebys.

Sempre il 3 aprile una rarissima ciotola in porcellana rosa “Falangcai” è stata battuta per la stessa cifra record. Il pezzo, senza alcun dubbio l’esemplare più pregiato della sua categoria, è tornato sul mercato dopo 30 anni. Destinato all’Imperatore Kangxi per uso personale, fu realizzato a Jingdezhen e dipinto oltre le mura della Città Proibita. Un suo “gemello”, dipinto con lo stesso inconfondibile colore ma decorato con fiori diversi, appartiene alla collezione del National Palace Museum di Taipei.

Nella stessa giornata, una rarissima ciotola in porcellana rosa “Falangcai” è stata battuta per la stessa cifra record. Il pezzo, senza alcun dubbio l’esemplare più pregiato della sua categoria, è tornato sul mercato dopo 30 anni di assenza. Destinato all’Imperatore Kangxi per uso personale, fu realizzato a Jingdezhen e dipinto oltre le mura della Città Proibita a Pechino. Uno suo “gemello”, dipinto con lo stesso inconfondibile colore ma decorato con colori diversi, appartiene alla collezione del National Palace Museum di Taipei.

"The Handscroll, Ten Auspicious Landscaped of Taishan", è stato invece venduto a 18.7 milioni di dollari dopo una battaglia di oltre 100 offerte durata più di 40 minuti. Realizzato dal pittore di corte Qian Weicheng, il rotolo presenta dieci vedute del Monte Tiantai nella provincia di Zhejiang con dieci poesie scritte dall'Imperatore Qianlong.

Clicca qui per scoprire tutti gli oggetti di Sotheby's in asta.

Commento