Nel 1959, i fratelli Pompeo e Vittorio Cavalli fondarono Imbottiture Prodotti Espansi (IPE) a Zola Pedrosa, vicino Bologna. Il punto di forza del loro immediato successo sul mercato italiano e internazionale sarà scommettere sul poliuretano, un materiale chimico innovativo per quegli anni, morbido e resistente e fino ad allora unicamente utilizzato per le imbottiture dei sedili delle automobili Lancia.

Rito Valla Ico Parisi

A sinistra: RITO VALLA - Poltrona mod. Kosmo, Ipe anni '50. Legno, ottone, metallo verniciato, tessuto imbottito
A destra: ICO PARISI - Coppia di poltrone mod. 839, Cassina 1955. Metallo verniciato, compensato curvato, tessuto imbottito

I primi prodotti realizzati con il nuovo materiale furono le poltrone "Kosmo" e "Mercury" del designer Paolo Buffa. Nel 1961, IPE li presentò, con notevole successo, alla prima edizione del Salone Internazionale del Mobile a Milano. Nel catalogo verrà presentato un esemplare rosso e grigio di Kosmo, che mostra, ancora intatto, il carattere innovativo e visionario del design di Rito Valla, con le sue forme avvolgenti e morbide, le orecchie alte e sporgenti, tanto simili a quelle di Topolino.

"Sia fatta la luce" con i seguenti tre lotti. Tra le numerose lampade offerte da Wannenes, le lampade da parete create da Gino Sarfatti e Vittoriano Viganò negli anni '50, entrambe per Arteluce, manifattura di lighting design fondata da Sarfatti nel 1939 a Milano.

Lampade Sarfatti

A sinistra: GINO SARFATTI - lampada da parete mod. 190, Arteluce 1951, in ottone e alluminio verniciato

Centro: VITTORIO VIGANÒ - lampada da parete in metallo brunito, alluminio verniciato con un’estensione di 80 cm

A destra: GIUSEPPE OSTUNI - lamapada da terra mod. 347, Oluce anni ‘50 in ottone e alluminio verniciato

La terza, una lampada da terra, fu progettata da Giuseppe Ostuni. Anche Ostuni fondò una ditta per la produzione di lampade di design: Oluce, nel 1945 sempre a Milano. Questa lampada, con base in marmo, fu creata negli anni '50.

 

Tra i lotti in asta, spiccano i due specchi disegnati dal francese Max Ingrand negli anni '60 per Fontana Arte. Fontana Arte, specializzata in lampade e mobili realizzati di e con vetro, esiste dal 1881. Durante i primi anni però producevano pannelli di vetro. La "svolta" avvenne nel negli anni '30 con l'arrivo di Gio Ponti. Dal 1954 Max Ingrad divenne il direttore artistico di Fontana Arte.

Specchi

MAX INGRAND

Sinistra: legno lucidato, cristallo gemmato e specchiato, ottone nichelato, per Fontana Arte

Destra: cristallo molato a bordo strappato, cristallo inciso e specchiato, cristallo molato e specchiato, per Fontana Arte

Paolo Buffa

PAOLO BUFFA - Scrittoio toilette anni '40

Negli anni '30, l'interior designer a Milano era Paolo Buffa. Sono moltissimi i modelli che si rifanno al suo stile, sempre caratterizzato da un tocco di neoclassicismo.

Tutti questi lotti, e molti altri, saranno presentati all'incanto nei giorni 14 e 15 Dicembre nell'asta di Design di Wannenes, a Genova. La vendita avrà luogo dalle ore 14:00 alle 21:00 del primo giorno d'asta, e dalle ore 15:00 del giorno successivo. L'esposizione si terrà presso il Palazzo del Melograno e sarà aperta dal 10 al 13 di Dicembre.

Scopri tutti gli 888 lotti in asta qui su Barnebys.

 

Commento