In occasione dell’asta di Goya Subastas, prevista per il 9 e 10 aprile, andrà sotto il martello un’ampia selezione di lotti, in cui primeggia una sezione dedicata ai dipinti dal XVII fino alla fine del secolo XX.

Per quanto riguarda l’arte antica, risaltano una "Coppia di amorini sdraiati di Scuola francese del XVIII secolo" (olio su tela, 60 x 115 cm) e una "Natura morta con uccelli in paesaggio" (attribuita a Jan Fyt, 1611-1661).

Particolarmente rilevante la “Vergine con bambino”. Questo bellissimo olio su tavola risale al secolo XVI (10 x 70 cm, stimato tra i 9 e i 10.000 euro) ed appartiene alla scuola ispano-fiamminga, fiorita nel 1500-1600 grazie alla stretta relazione politica e culturale dei due centri. Fu questa la ragione per cui lo stile fiammingo in molte zone della Spagna soverchiò quello del Rinascimento italiano.

I suggestivi paesaggi della penisola iberica sono tra i principali soggetti dei dipinti del XX secolo e realizzati da importanti pittori spagnoli. Benjamín Palencia (Barrax, 1894 - Madrid, 1980) fu fondatore, insieme allo scultore Alberto Sánchez, della scuola di Vallecas. Suo il dipinto "El Chaparral, Villafranca de la Sierra, Ávila", che rappresenta la poesia del paesaggio castigliano secondo i dettami della Generazione del ‘98.

Notevoli in questo senso anche "Madre e figlia” di Emilio Grau Sala (Barcelona, 1911 - 1975), dove il paesaggio tipico delle coste catalane fa da sfondo alle due figure femminili e "Tramonto a Toledo" di Agustín Redondela (Madrid 1922 - 2015). Quest’ultimo artista autodidatta è considerato uno dei paesaggisti spagnoli più originali del XX secolo.

Il top lot nella sezione pittura è “Margarite Study” di Lita Cabellut. La pittrice, nata nella provincia di Barcellona nel 1961, si è formata con i grandi maestri spagnoli per poi trasferirsi in Olanda a soli 19 anni e proseguire gli studi. Nel corso degli anni, Lita Cabellut si è affermata come artista di fama mondiale. Lavorando con tele di grandi dimensioni, ha sviluppato nel corso degli anni una sorta di variazione contemporanea dell’affresco, con una palette di colori ormai diventata molto riconoscibile.

A chiudere l’asta una sezione di mobili ed arti decorative, tra cassettoni in stile Luigi XV, preziosi orologi, pendole e vasi antichi. Tra gli highlight segnaliamo un orologio da tavolo inglese con cassa ebanizzata firmato "Kentish Haynes, London", una coppia di lampade da muro in ferro verde disegnate da Marc du Plantier per il Palazzo Carrión e uno scrittoio francese di legno ebanizzato con filettature d’ottone e decori in bronzo dorato del 1710 circa.

Consulta il catalogo online per scoprire tutti gli 808 lotti di quest’asta!

Commento