La fiera, che si terrà presso il Grand Palais dal 5 all'8 aprile 2018, vedrà la Svizzera come paese d’onore ed ospiterà 142 gallerie provenienti da 22 paesi diversi. Per celebrare il 20° anniversario, Art Paris Art Fair avrà un occhio di riguardo per la scena francese, con un progetto speciale che nasce allo scopo di dare spazio ad artisti moderni e contemporanei ancora poco conosciuti, ma dal grande talento.

Il progetto Solo Show, nato nel 2015, è un’iniziativa fortemente sostenuta da Barnebys che mira a far scoprire o riscoprire al grande pubblico gli artisti moderni e contemporanei meno noti, inserendo all’interno della fiera delle mostre monografiche a loro dedicate. L'edizione 2018 di Solo Show supera se stessa ospitando il numero record di 36 mostre, con artisti dalle pratiche più diverse.

Michel Cornu - Senza titolo, 2016 - Lise Braun Collection Michel Cornu - Senza titolo, 2016 - Lise Braun Collection

Per Art Paris Art Fair, le mostre monografiche sono un evento chiave nella carriera di un artista. L'iniziativa offre durante tutta la settimana della fiera un’ampia visibilità e un grande riconoscimento agli artisti selezionati.

Oggi approfondiamo gli artisti più interessanti che sono stati selezionati per il Solo Show: Blek Le Rat e Caroline Tapernoux.

La mostra personale di Blek Le Rat, rappresentato dalla galleria parigina Angélique Basso, è ispirata ai classici del Museo del Louvre ed offre una commistione tra l'arte tipica dei musei "ufficiali" e l'arte di strada. Blek Le Rat è uno dei pionieri della street art: l’originalità della sua pratica consiste nell'inserire in questo contesto degli elementi dell’arte storicamente museale. Le sue opere, le cui figure e icone  rielaborano i soggetti di grandi maestri quali Caravaggio e Leonardo da Vinci con le tecniche tipiche dell'arte urbana, hanno ispirato gli street artist di tutto il mondo.

Blek Le Rat - Monnal Lisa, 2012 - Galerie Ange Basso Blek Le Rat - Monna Lisa, 2012 - Galleria Angélique Basso

Blek Le Rat - Bohémian Rhapsody, 2012 - Galerie Ange Basso Blek Le Rat - Bohémian Rhapsody, 2012 - Galleria Angélique Basso

Point To Point Galerie esporrà invece Carolina Tapernoux, le cui opere dai materiali sfuggenti riproducono la fuggevolezza della condizione umana. L'artista svizzera incorpora materiali riflettenti e luminescenti che interagiscono con l'ambiente e il pubblico.

Caroline Tapernoux - Luminance #6, Caroline Tapernoux, 2016 - Point to Point Galerie Caroline Tapernoux - Luminance #6, Caroline Tapernoux, 2016 - Point to Point Galerie

Caroline Tapernoux - HM, 2015 - Point to Point Galerie Caroline Tapernoux - HM, 2015 - Point to Point Galerie

A differenza di altre fiere, il progetto Solo Show offre mostre di alta qualità curatoriale e dà particolare risalto alla dimensione della scoperta di figure importanti nella scena moderna e contemporanea a cui non è stato dato sinora sufficiente spazio.

Con 36 personali in totale, il Solo Show 2018 ospiterà anche mostre di gallerie internazionali, tra cui K35 Art Gallery (Russia) e CAP Kuwait, che partecipano per la prima volta alla Art Art Fair di Parigi esponendo, rispettivamente, Ilya Gaponov e Steve Sabella.

Ilya Gapanov - Form "Reliquary" series (triptych), 2017 - K35 Art Gallery Ilya Gapanov - Form "Reliquary" series (triptych), 2017 - K35 Art Gallery

Steve Sabella - Metamorphosis, 2012 - Contemporary Art Platform, Koweit Steve Sabella - Metamorphosis, 2012 - Contemporary Art Platform, Kuwait

Le mostre personali saranno visitabili per tutta la durata della fiera presso il Grand Palais.

Ulteriori informazioni sugli orari di apertura e sul programma completo sono disponibili su www.artparis.com

Commento