Aspire Art Auctions propone un eterogeneo mix di lotti nell’imminente asta di Città del Capo, che si terrà il 25 marzo presso Avenue, nel V&A Waterfront. Nel vastissimo catalogo primeggia una rara opera del 1970 di Alexis Preller, Gold Angel (Arêté), esibita nella sua ultima mostra alla Goodman Gallery.

Nella sezione di arte moderna ci sono altre due opere significative di Preller: un primo lavoro espressionista che raffigura una scena di ballo, The dance, e uno del 1956, Vase and head in profile, che anticipa molti dei temi e degli stili del suo lavoro successivo.

Andranno sotto il martello anche due splendide sculture di Sydney Kumalo intitolate Figure on Bull e Leopard, in seguito al successo ottenuto da Aspire nell’asta Johannesburg del novembre 2017. Lì, l’opera di Kumalo Mythological Rider ha raggiunto un record mondiale ed è stata battuta a 132.601,22 euro.

Non manca una particolare attenzione all'arte contemporanea, un'area in cui Aspire è da tempo leader del settore. Forse l'opera più importante che andrà all’incanto è uno straordinario pezzo del pittore Robert Hodgins. Questa enorme tela è stata eseguita tra il 1997 e il 1998 e ha dato il nome alla mostra dell’artista presso la Goodman Gallery. Night of the Awards è un trittico che misura quasi 2 metri per 5 ed è un brillante esempio del talento di Hodgins nell’uso del colore e della composizione.

È molto significativo che alcuni dei principali lavori in vendita siano di artisti contemporanei emergenti con un seguito crescente e temi quali le politiche su razza, genere e sessualità che stanno ridefinendo le dinamiche del mondo dell'arte sudafricana.

Una delle principali voci di questo cambiamento è Athi-Patra Ruga. L’artista vive a Città del Capo e lavora molto con performance e fotografie in cui interpreta un mondo idiosincratico popolato da personaggi di sua creazione, tutti con identità umoristiche e colorate, ma anche dalla sessualità fluida e con forti implicazioni politiche.

Sono due i suoi lavori in vendita: The Night of the Long Knives III (2013), una fotografia ambientata nel regno immaginario di Azania ed esposta alla mostra di apertura del prestigioso museo d'arte contemporanea Zeitz MOCAA a Città del Capo, e un arazzo dello stesso anno, Uzukile the elder. Questo pezzo proviene da una recente mostra presso la Fondation Louis Vuitton di Parigi intitolata Being There, che ha visto la partecipazione di nuovi talenti sudafricani.

C’è un altro artista contemporaneo sudafricano che sarà incluso nella vendita di marzo. Il lavoro di Mohau Modisakeng all'asta Untitled (Frame XVI) è parte di una serie di dipinti che rappresentano l'artista stesso in contesti di violenza, indicativi della condizione della comunità di colore nella società attuale.

In questo caso specifico, il paraocchi è un tropo che implica la violenza e il controllo della società rispetto a questo tema. In un'altra significativa e recente opera di performance fotografica, Passage (2017), commissionata per la Biennale di Venezia dello scorso anno, Modisakeng riflette sulla schiavitù, sul colonialismo e sulla migrazione. Il lavoro è stato presentato a Città del Capo alla fine dello scorso anno, riscuotendo un grande successo.

L'importanza di questi artisti, l'urgenza e la necessità di una presa di posizione unitamente all'intento politico del loro lavoro, li rendono i beneficiari ideali dell’Art Auctions Artist's Resale Rights (ARR). Impegnata nella crescita e nello sviluppo del mercato dell'arte africana, Aspire Art Auctions è la prima casa d'aste nella storia del Sudafrica a pagare le royalty ad artisti sudafricani viventi per la rivendita delle loro opere. L'iniziativa è interamente a spese di Aspire e dimostra il suo impegno nella crescita e nello sviluppo del mercato dell'arte del continente, in particolare per gli artisti sudafricani.

L'intenzione di Aspire nell'attuazione del progetto è quella di contribuire allo sviluppo del settore artistico e di sostenere i professionisti che hanno reso questo mercato quello che è oggi. Se da un lato questo avvantaggia la presenza di artisti viventi, dall’altro l'ARR si impegna a costruire un mercato sostenibile per il futuro e aiuta artisti come Modisakeng e Ruga a trarre beneficio dalla loro crescente fama.

Ad oggi Aspire, attraverso le sue vendite, ha guadagnato royalty per oltre 80 artisti sudafricani. L’imminente asta di Città del Capo fa lo stesso, con un'attenzione al lavoro contemporaneo che consente a molti artisti locali di trarne profitto.

Clicca qui per vedere tutti i lotti dell'asta di Aspire Arts Auctions!

Commento