“Ogni desiderio di distruzione è anche un desiderio di creazione”: con questa citazione (attribuita dall'artista a Picasso ma in realtà di Mikhail Bakunin), Banksy ha spiegato sul suo account Instagram quanto successo nell’asta di Sotheby’s di venerdì scorso, dove un suo quadro, una volta caduto il martello, è andato letteralmente in pezzi.

banksy

Ma facciamo un passo indietro: il misterioso street artist inglese era già noto al grande pubblico per i suoi “scherzi” al mercato dell’arte e ai suoi meccanismi: tra i gesti più eclatanti, ricordiamo quando vendette per pochi dollari alcuni suoi quadri in un parco di New York. I fortunati passanti che decisero di acquistare una sua opera sono inconsapevolmente entrati in possesso di opere che all’asta possono raggiungere cifre a sei zeri.

L’artista, i cui lavori spopolano tra i collezionisti, è tornato alla ribalta con un gesto che ha fatto il giro del mondo. Nell’asta di venerdì scorso di Sotheby’s, gli occhi erano già tutti puntati su Girl With Balloon, una delle sue opere più famose. Quotata tra le 200 e le 300.000 sterline, è stata battuta dopo un’intensa battaglia che ne ha quadruplicato il valore stimato: il fortunato bidder se l’è aggiudicata per ben 1.04 milioni di sterline.

Banksy, Girl With Red Baloon, 2006. Immagine © Sotheby's Banksy, Girl With Red Baloon, 2006. Immagine © Sotheby's

Il valore, già altissimo, era destinato ad aumentare ancora di più subito dopo il colpo di martelletto: la grossa cornice nascondeva al suo interno un tritacarte che, azionato a distanza, ha letteralmente fatto a pezzi l’opera davanti a un pubblico attonito.

La casa d’aste ha dichiarato di non essere stata in alcun modo informata su quanto sarebbe accaduto e di stare discutendo con l'acquirente sul da farsi. “Sembra che siamo appena stati Banksyzzati”, ha affermato Alex Branczik, Senior Director di Sotheby’s e capo della divisione di Arte Contemporanea in Europa.


Visualizza questo post su Instagram

. "The urge to destroy is also a creative urge" - Picasso

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Tra sabato e domenica, è stato Banksy stesso a spiegare lo scherzo sui social raccontando come, qualche anno fa, aveva realizzato e inserito nella cornice una sorta di tritacarte che avrebbe azionato qualora il quadro fosse stato messo all’asta. E così è stato. Secondo le prime valutazioni, l'opera, che venerdì è salita sul secondo gradino dei record personali dello street artist, ora vale molto di più. Siamo certi che l’acquirente, dopo lo spavento iniziale, sarà ben contento di essere stato “Banksyzzato”.

Peccato, però, che quanto accaduto stia già mietendo le prime vittime: secondo quanto riporta il Mirror, un collezionista ha cercato di imitare la trovata di Banksy distruggendo una copia della stessa opera. Credeva che così facendo il suo valore sarebbe aumentato vertiginosamente: e invece, dopo averla acquistata per 40.000 sterline, la potrebbe rivendere per un euro.

Prima che vadano in pezzi...scopri tutte le opere di Banksy all’asta su Barnebys!

Commento