Andrea Concas si racconta, tra arte, social e libri chatBOT

Ogni giorno ci svela i segreti dal mondo dell’arte sui suoi canali social: in occasione dell’uscita del suo nuovo libro chatBOT dedicato a Banksy abbiamo fatto due chiacchiere con Andrea Concas!

Foto: Andrea Concas
Foto: Andrea Concas

Andrea Concas ha energia da vendere. E grandi idee. Che di solito fanno un'accoppiata vincente, proprio come nel suo caso. I suoi video in cui ci racconta il "dietro alle quinte" dell'arte, in cui intervista artisti e professionisti o in cui, semplicemente, da preziosi consigli a chi si vuole avvicinare all'arte e collezionismo, l'hanno reso ormai conosciutissimo - e non solo sui social.

Andrea è imprenditore, gallerista, collezionista, founder di Art Backers e di Art Rights, ma anche scrittore. Da poco ha pubblicato il suo secondo libro chatBOT e, se vi state chiedendo cosa sia un "libro chatBOT", ecco qui, ce lo siamo fatti spiegare direttamente da lui.

Il 17 settembre è uscito per Mondadori Electa il tuo secondo libro ChatBOT dedicato a Banksy, dopo il primo su Leonardo da Vinci pubblicato nella prima parte dell’anno. Ma cos’è di preciso un libro ChatBOT?

Il libro ChatBOT è l’unico libro al mondo che si aggiorna in tempo reale senza diventare mai obsoleto! Un progetto sorprendente, una “visione” condivisa con la casa editrice Mondadori Electa, perché va oltre la fisicità delle pagine e crea una costante interazione con il lettore. Potrei affermare che si tratta di una vera e propria rivoluzione dell’editoria, un nuovo modo per raccontare i grandi artisti in una chiave unica e innovativa.  Il primo Libro ChatBOT della collana “100 Domande 150 Risposte” è dedicato al maestro dei maestri, Leonardo da Vinci, per i cinquecento anni dalla sua morte, il secondo vede protagonista lo street artist più famoso e discusso nel mondo, BANKSY! 

Andrea Concas con il suo nuovo libro chatBOT, Banksy - 100 domande, 150 risposte edito da Mondadori Electa. Foto: Andrea Concas
Andrea Concas con il suo nuovo libro chatBOT, Banksy - 100 domande, 150 risposte edito da Mondadori Electa. Foto: Andrea Concas

Proprio in queste settimane tutta la stampa internazionale parla di lui, per il record mondiale dell’opera venduta in asta per oltre 11 milioni di euro da Sotheby’s e per la novità dello shop online “Gross Domestic Product” che aprirà proprio nei prossimi giorni. Il progetto editoriale dei Libri ChatBOT nasce dalla volontà di unire da un lato la fisicità del libro, scritto in forma di facile lettura ma di qualità e certezza delle fonti, e dall’altro le potenzialità dei contenuti interattivi facilmente fruibili con gli strumenti tecnologici di uso comune come la messaggistica istantanea. In pratica un sistema per un linguaggio contemporaneo, scritto e interattivo, con “Domanda & Risposta”, presenti nel libro con una pagina per ciascuna, espresse in forma concisa ma completa, con l’opportunità di avere 100 domande e 100 risposte subito.

Andrea con il suo primo libro chatBOT dedicato a Leonardo da Vinci. Foto: Andrea Concas
Andrea con il suo primo libro chatBOT dedicato a Leonardo da Vinci. Foto: Andrea Concas

Nel libro sono presenti le parole chiave, una per pagina, che consentono di accedere, con il sistema interattivo, ad ulteriori 50 contenuti extra speciali e unici, che consentono di visualizzare altri 500 approfondimenti quali, ad esempio i video, i quiz, le citazioni o i trivia grazie ad ArteConcasBOT, un sistema di messaggistica automatizzato, programmato per rispondere a domande prestabilite attraverso l’impiego di applicazioni di messaggistica istantanea, sito web e gli innovativi assistenti vocali. Un mondo davvero tutto da scoprire oltre le pagine del libro.

Da dove nasce questa idea dell’interazione attraverso la messaggistica istantanea? 

Sono sempre stato attratto dalla possibilità di ideare nuovi sistemi e modelli di comunicazione, in grado di rendere l’arte più accessibile. In questa mia costante ricerca di novità, nelle applicazioni di messaggistica istantanea, quelle che utilizziamo quotidianamente sui nostri smartphone da Facebook Messenger, Whatsapp a Telegram, ho intravisto l’opportunità di creare una nuova esperienza ed interazione legata alla lettura. Il lettore può andare così letteralmente oltre le pagine del libro, grazie ad ArteConcasBOT che interpreta i nuovi meccanismi della fruizione digitale, stimolando l’utente verso un continuo interrogare, aumentando in modo esponenziale la conoscenza, l’approfondimento, la curiosità sull’artista, sulle sue opere e su tutto quello che lo riguarda.

Nello sviluppo del Libro ChatBOT l’attenzione è stata rivolta ai più giovani, coloro che utilizzano ogni giorno gli strumenti tecnologici per rapportarsi con il mondo, con la società e la loro comunità, nonché per informarsi. Oggi però i giovani adottano non solo nuovi sistemi di comunicazione, ma anche possibili nuovi modelli di studio completamente differenti rispetto al passato.  Il Web ha cambiato completamente le regole del gioco, comprese quelle della formazione, sempre più basata sull’immediatezza nell’accesso alle informazioni. Il problema si pone allora nella selezione delle notizie e nella scelta delle fonti, che diventa cruciale e fondamentale per acquisire nozioni di qualità. La mia risposta è stata il Libro ChatbOT, dove si mantiene viva la fisicità della carta stampata mentre si accede a oltre 500 contenuti interattivi che rispondono a criteri di narrazione innovativi, sempre caratterizzati da un corretto rigore scientifico e dalla precisione che merita il racconto dell’arte e dei grandi artisti.

Andrea Concas durante le riprese di uno dei suoi famosi video per arteCONCAS. Foto: Andrea Concas
Andrea Concas durante le riprese di uno dei suoi famosi video per arteCONCAS. Foto: Andrea Concas

Stai già lavorando sul tuo prossimo libro?

La collana dei Libri ChatBOT mi sta regalando grandi emozioni e importanti soddisfazioni, questo anche grazie al Banksy ChatBOT Tour che mi porta nelle maggiori città italiane per parlare dei libri, insieme a tanti amici tra Collezionisti, Artisti ed Esperti di Street Art, per dialogare con tutti i lettori. 

Occasioni più uniche che rare, per trasformare un confronto virtuale su Instagram, e sugli altri social, in uno reale. Ma non ci fermiamo qui, con l’editore siamo pronti per nuovi e importanti progetti, per parlare di artisti del passato e del presente, proprio in questi giorni stiamo scegliendo i protagonisti per il prossimo anno.

In più ho appena consegnato per la stampa il mio terzo libro, “ProfessioneARTE” in uscita a gennaio 2020, sempre edito da Mondadori Electa, dove affronto il Sistema dell’Arte, orientando il lettore e futuro operatore sulle nuove professionalità e opportunità, esploro il mercato con le gallerie, i collezionisti e gli archivi d’artista, parlando di valorizzazione, mostre, fiere, comunicazione, social network e molto di più. Ovviamente non mancherà il primo focus su “Arte & Innovazione” con le nuove metodologie applicate al mondo dell’arte e poi molte altre novità, una vera e propria guida a chi dell’arte vuole fare la propria professione, con tanto di community online annessa, ma sono certo che avrò modo di parlarne meglio tra qualche mese ai lettori del magazine di Barnebys.

Ti conosciamo per le tue interessanti interviste ai professionisti del mondo dell’arte, grazie alle quali ci hai fatto scoprire tanti retroscena e curiosità del sistema. Come hai iniziato questa avventura?

Tutto è iniziato dal progetto ArteCONCAS, che credo di poter definire come una vera e propria “visione” di divulgazione differente, accessibile e innovativa, con la chiara volontà di condividere la mia passione per l’arte, l’innovazione e la comunicazione. ArteCONCAS nasce per svelare il mondo dell’arte come nessuno ti ha mai raccontato, in poco tempo, semplificando concetti complessi, ma garantendone la qualità dei contenuti, permettendo a tutti di avvicinarsi agli artisti, alle opere o al mercato dell’arte senza il timore di non capire o di essere giudicati.

Per questo ho scelto di condividere la mia esperienza e conoscenza professionale attraverso video verticali per raccontare tematiche legate al mercato, al marketing culturale, all’innovazione, alle grandi professioniste al femminile e ancora gli #ArteConcasTALKS dove scambio due chiacchiere con artisti, professionisti, galleristi e collezionisti condividendo con il pubblico la loro passione per l’arte.

View this post on Instagram

Sono andato a fare due chiacchiere in movimento con il giornalista esperto di mercato d'arte @harryisonford. In giro per la Milano estiva, abbiamo anche trovato il tempo per andare a trovare trovare @glaucox72 alla galleria Glauco Cavaciuti Arte #ArteConcasTALKSLIVE Parlo ogni giorno di Arte & Innovazione, per questo, grazie a @noleggioelettrico, ho deciso di invitare le più innovative personalità del mondo dell'arte per vivere un’esperienza unica in giro per Milano a bordo della più innovativa auto al mondo, la #Tesla. Due chiacchiere in viaggio insieme sull’auto più green e incredibile del momento, una vera e propria opera d’arte su quattro ruote. @teslamotors #arteconcas #andreaconcas #artrights #artbackers #theabgallery #theabfactory #talks #artalks #professionearte #livetalks #noleggioelettrico #teslamotors #teslamotorsclub #savetheartisticheritage #giacomonicolella #artadvisor #glaucocavaciutiarte

A post shared by Andrea Concas (@arteconcas) on

Uno degli aspetti che più mi affascina del mondo dell’arte sono proprio le persone, la loro storia e professione, per questo sono nati gli #ArteConcasTALKS per sostenere e rafforzare il “dialogo” nel mondo dell’arte e permettere al “grande pubblico” di poter conoscere questi grandi professionisti dell’arte. Pubblico e parlo di arte ogni giorno, siamo arrivati a oltre 300 video, e devo assolutamente dire che ho l’onore di condividere questo viaggio con un grande team di giovani professionisti che, come me, amano l’arte. Insieme siamo una vera fucina di contenuti e idee per promuovere e supportare un’arte sempre più accessibile per tutti, e quando ci muoviamo in Italia e all’estero, tra fiere, eventi, talk, lezioni o speech ormai tutti riconoscono l’arrivo dell’ArteConcasTEAM tra sorrisi, tanto lavoro e professionalità.

Non ho mai avuto la pretesa, per quanto concerne i video dei social, di creare contenuti accademici, ma anzi la chiara volontà di trovare una chiave di lettura che potesse essere ineccepibile nei contenuti e poi nel racconto, dove in pochissimi minuti, parlo di tematiche anche tecniche e complesse.

Per questo devo dire che per ogni secondo di un video o articolo, c’è un grandissimo lavoro di studio, ricerca, attenzione e aggiornamento costante, con l’obiettivo di offrire sempre e comunque contenuti di altissima qualità e utilità, grazie anche a tutto il team e soprattutto il confronto con i tanti amici professionisti dell’arte.

Di cosa si occupano invece le tue start-up, Art Backers e Art Rights?

La passione e il rispetto per l’arte, nata e alimentata in famiglia, rafforzata dalla passione per il collezionismo di multipli, mi ha portato dopo tanti anni di lavoro e confronto con Istituzioni, professionisti, Enti Pubblici e privati a fondare nel 2016 la startup dell’arte Art Backers e Art Rights.

Art Backers è una startup innovativa artigiana, il cui nome significa “Supporta l’arte”, che opera nel settore dell’arte e della cultura. Supporta gli artisti, gli Enti Pubblici e privati, nella produzione di opere d’arte e multipli d’artista, interviene con servizi di marketing, comunicazione e nella tutela del diritto d’autore. Art Backers nasce dall’esperienza nel campo museale, del marketing culturale, del collezionismo e delle nuove tecnologie applicate alla valorizzazione, promozione, tutela dei beni e delle attività culturali e artistiche intellettuali. Con Art Backers nasce Art Rights, prima piattaforma di supporto alla gestione e certificazione delle opere d’arte a tutela degli artisti, collezionisti e operatori di settore.

Art Rights diventa il primo “passaporto dell’opera d’arte”, con un sistema unico di convalida delle informazioni e del corredo documentale da parte di più professionisti a favore dell’autenticità, provenance e due diligence, per dare maggiore fiducia al mercato. In completa privacy, sicurezza e valenza legale, la piattaforma utilizza tecnologie all’avanguardia come la Blockchain, per la validazione Timestamp e l’addestramento di una rete neurale di Intelligenza Artificiale finalizzata alla verifica di autenticità, l’analisi di mercato e la gestione della collezione, completa di un servizio di Art Concierge, in collaborazione con i principali player di servizi e mercato.

Andrea è fondatore anche di Art Rights, prima piattaforma di supporto alla gestione e certificazione delle opere d’arte a tutela degli artisti, collezionisti e operatori di settore. Foto: Andrea Concas
Andrea è fondatore anche di Art Rights, prima piattaforma di supporto alla gestione e certificazione delle opere d’arte a tutela degli artisti, collezionisti e operatori di settore. Foto: Andrea Concas

Hai anche una galleria d’arte, o meglio, una rete di gallerie d’arte. The AB Gallery, giusto? 

Corretto! The AB Gallery sono la prima rete di gallerie d’arte rivolta al sostegno degli artisti, alla loro produzione, alla passione degli amanti dell’arte e dei collezionisti, con una particolare attenzione ai giovanissimi. Una nuova visione d’arte rivolta a giovani, e non solo, “art lovers” e galleristi che credono in un'arte sostenibile e accessibile tra socialità, cultura e collezionismo, con un’accurata selezione di opere d’arte, di artisti e fotografi contemporanei e storicizzati, affiancate da sculture e opere di design.

The AB Gallery supporta gli aspiranti galleristi, dando loro la possibilità di aprire la propria galleria d’arte, con un percorso di formazione, supporto nella stesura dei piani economici, nella scelta della location, gli arredi, la selezione degli artisti, le opere per l’avvio, le mostre e infine per tutte le attività di marketing culturale e posizionamento.

Ci è piaciuto molto il tuo video in cui spieghi come iniziare una collezione d’arte con un certo budget. Immaginiamo che tu per primo sia un collezionista: quali artisti ami? Dove preferisci acquistare le opere d’arte?

Come collezionista adoro vivere l’arte ogni giorno. Posso serenamente affermare che mi rapporto all’arte come alla musica, in base al mio stato d’animo, e come una bella playlist, scelgo gli artisti e le loro opere da esporre secondo momenti o stati d’animo. Quindi capitano periodi in cui voglio vedere solo un determinato artista o una selezione di opere, a volte tante e ovunque altre invece singolarmente, quasi musealmente esposte, sin dalla mattina in casa, o ancora nel mio ufficio in galleria; lo ammetto sono molto emozionale ed umorale in questo.

Foto: Andrea Concas
Foto: Andrea Concas

Tra gli artisti che amo di più Michelangelo, Picasso, Pollock, Banksy e ovviamente Leonardo, poi Mimmo Rotella, Dorazio o Mirò. Sono sempre alla ricerca del prossimo artista da collezionare e con cui collaborare, per questo sono un grande fan delle aste online a cui partecipo quando posso, ma allo stesso modo amo visitare le gallerie e le fiere d’arte per dialogare con chi, come me, porta avanti questo lavoro con passione. Altro grande stimolo per me sono gli studio visit con gli artisti, se avessi più tempo ne farei davvero molti di più, è per questo che ho scelto di iniziare una serie di ArteConcasTalksSTUDIO per conoscere gli artisti, la loro storia ed entrare nei loro atelier alla scoperta della loro arte. Ho iniziato con il grande fotografo Maurizio Galimberti, poi la scultrice Tatiana Brodatch e ancora la fotografa Lady Tarin, ma molti altri stanno per arrivare… 

Sei un vulcano di energia e idee! Cosa ci dobbiamo aspettare da ArteCONCAS  nei prossimi mesi? Non vediamo l’ora di conoscere i tuoi nuovi progetti!

Beh nonostante il 2019 stia volgendo al termine, io e tutto il mio team siamo in fermento per il lancio di nuovi entusiasmanti progetti, mostre, le nuove puntate degli ArteConcasTALKS, viaggi, libri e nuovi incontri, tutto all’insegna dell’arte, degli artisti e dei professionisti. In particolare ProfessioneARTE.it, la prima community online dedicata a chi dell’arte vuole fare la propria professione.

Per operare con successo nel mondo dell’arte, è indispensabile un confronto e una discussione continua con professionalità e competenze trasversali nel campo economico, legale, del marketing e della comunicazione. ProfessioneARTE.it è l’innovativo sistema formativo che permette il confronto con i professionisti e molto di più. Ma sono certo che presto vi farò conoscere molti altri dettagli…

Vi avevamo avvisato all'inizio dell'articolo che Andrea Concas ha energia da vendere! In attesa che ci racconti i prossimi progetti vi lasciamo in link al sito arteconcas.it - dove scoprire di più sul libro chatBOT e dove poter vedere tutti i suoi video!

Aumenta la visibilità della tua prossima asta su Barnebys oggi stesso!